Mercati: segni di ripresa dopo la pausa estiva

La sterlina riprende terreno e si attesta a 1.19 Euro

Mercati: segni di ripresa dopo la pausa estiva

 

Gli indicatori economici britannici stanno già tornando alla normalità, dopo alcuni segnali di declino e in seguito alla decisione della Bank of England di tagliare i tassi di interesse. Il settore manifatturiero UK è in ripresa dopo la battuta d’arresto segnata in luglio, seguito anche dal settore delle costruzioni. L’incertezza creata dal risultato del referendum continuerà però a far sentire il proprio peso sull’economia e sulla finanza, almeno fino a quando i termini dell’uscita del Regno Unito dall’Unione Europea non saranno più chiari.

La Sterlina continua a rimanere pesante nei confronti delle principali valute mondiali, recuperando solo parzialmente grazie ai buoni dati economici. Si attesta a 1,19 nei confronti dell’Euro a fine settimana.

I mercati azionari si stanno riprendendo dal torpore di agosto e puntano verso l’alto ad inizio settembre: il FTSE 100 britannico rimane con convinzione sopra soglia 6.800 punti, mentre il FTSE MIB a Milano non ha ancora trovato la forza di chiudere sopra quota 17.000.

Ricordiamo che, storicamente, il ritorno dalle vacanze estive segna l’inizio di un periodo positivo per le borse, che dura fino a maggio dell’anno successivo. La discussione attorno ai tassi di interesse, soprattutto negli Stati Uniti, potrebbe però rovinare il piano: Janet Yellen (a capo della Federal Reserve) ha infatti indicato come, dopo gli ultimi dati macroeconomici positivi, un rialzo sia più probabile che in passato. Segnaliamo, a tal proposito, il rallentamento del mercato del lavoro americano in agosto, che aggiunge 151.000 buste paga contro le aspettative a 180.000.

Federico Lago

Londra, 2/9/2016