Mercati finanziari: i fatti di Parigi non spaventano gli investitori

Borse in positivo, ma soffre il settore turistico. Sterlina a 1.42 Euro.

Mercati finanziari: i fatti di Parigi non spaventano gli investitori

 

Dopo gli attacchi terroristici di Parigi e la conseguente reazione del governo francese, alcuni si attendevano un’apertura in profondo rosso per le borse europee. Non è cosi. Gli investitori si sono velocemente “dimenticati” degli avvenimenti del fine settimana, con le borse europee che a metà giornata sono leggermente positive.

Il settore che, prevedibilmente, soffre di più a causa degli attentati terroristici è quello turistico. Le azioni delle compagnie aeree perdono terreno, con Air France che apre a -5%.

La Sterlina guadagna terreno contro l’Euro, con il cambio che si avvicina a 1,42.

Discrete notizie arrivano dall’Italia: il prodotto interno lordo cresce dello 0,9% su base annuale, contro una media europea dell’1,6%.  L’inflazione continua ad aggirarsi intorno allo 0% mentre la produzione industriale segna un +1,7% rispetto ad un anno fa.

Buone notizie anche dalla Gran Bretagna, dove le buste paga crescono del 3%, tenendo conto dei bonus, appena sotto le aspettative degli analisti.

Da segnalare l’articolo disfattista sull’economia italiana apparso sul Financial Times (paywall) a firma di Wolfgang Münchau.

Federico Lago

Londra, 16/11/2015

foto: AirFrance