Mercati finanziari: gli indici tentano il rimbalzo

La sterlina apre a 1.29 Euro

Mercati finanziari: gli indici tentano il rimbalzo

 

La settimana chiusasi venerdì ha visto gli indici borsistici mondiali rimanere ai minimi, con il FTSE MIB che a malapena e’ riuscito a non scendere sotto quota 16.000 punti, mentre il FTSE 100 ha toccato  i 5.500 punti. Questa mattina l’umore degli operatori sta portando gli indici al recupero, dopo aver visto il Nikkei giapponese guadagnare il 7% durante la notte. Il nuovo rally è iniziato venerdì con la promessa delle maggiori banche centrali di tagliare ulteriormente i tassi d’interesse. L’indice italiano guadagna più del 3%, trascinato dalle banche, acquistate a prezzo di saldo.

Il cambio Sterlina-Euro recupera leggermente terreno dai minimi infrasettimanali, aprendo la settimana sopra l’1,29. La moneta unica tende ad essere usata come bene rifugio in momenti di crisi, perdendo valore quando le azioni guadagnano terreno. I mercati che, insieme all’Euro, hanno beneficiato dell’indebolimento delle borse sono oro (+17% da gennaio) e obbligazioni tedesche e statunitensi.

I dati macroeconomici usciti in settimana evidenziano come i settori manifatturiero e industriale siano in sofferenza sia nel Regno Unito che in Italia, con una discesa annuale dell’1% in entrambi i paesi. La Gran Bretagna si conferma un paese importatore netto con una bilancia commerciale in negativo di circa 10 miliardi di dollari. Il prodotto interno lordo Italiano e’ cresciuto dell’1% nel 2015, meno della media dell’Eurozona che si attesta a +1,5%.

Interessante articolo del Financial Times sulla trasformazione del settore petrolifero, con le più grandi compagnie in difficoltà finanziarie.

Federico Lago

Londra, 15/2/2016