“Made in Italy 2020”: a Londra sedici idee innovative alla conquista di fondi internazionali

L'evento si terrà il 5 novembre con startup fondate da italiani e finanziatori provenienti da ogni parte del mondo

“Made in Italy 2020”: a Londra sedici idee innovative alla conquista di fondi internazionali

 

Sedici progetti selezionati pronti a ricevere decine di milioni di finanziamento se sapranno catturare l’attenzione degli investitori e risulteranno davvero scalabili a livello internazionale.

Si tratta delle startup protagoniste della nuova edizione di “Made in Italy 2.0.2.0”, evento organizzato da iStarter, una comunità italiana di manager e imprenditori con base anche nella capitale inglese. L’appuntamento è fissato per il prossimo lunedì 5 novembre presso la sede della Royal Society of Chemistry di Londra (in alto la foto della prima edizione del 2016 alla London Stock Exchange).

I progetti finalisti, selezionati tra oltre ottocento, sono stati divisi in 3 aree di interesse: hard science riguarda quelle startup che stanno modificando radicalmente la scienza e la salute e sono “Amicomed”, “D-Heart”, “D-Orbit”, “U-Earth” e “Your.MD”; fintech  che racchiude tutti i progetti che hanno a che fare con il mondo finanziario: “Borsadelcredito.it”, “Casavo”, “Conio”, “Satispay” e “VirtualB”; digital lifestyle dove le idee proposte hanno un impatto sul nostro stile di vita: “Bidoo”, “Foorban”, “MAAM”, “Kippy”,  “SonicJobs” e “Wetipp”.

Per questa edizione sono oltre 50 i fondi di investimento che hanno confermato la loro presenza con masse gestite superiori ai 2 miliardi di euro.

Tutti i progetti hanno almeno un ceo o un co-fondatore italiano e avranno un round aperto di raccolta superiore ai 3 milioni di sterline entro i 6 mesi successivi all’evento – spiega Simone Cimminelli, ceo di iStarter -.  Sono diverse le aree geografiche in cui le giovani imprese stanno operando: il 63% delle finaliste sono basate in Italia, il 12% in America e il 25% in Inghilterra e il capitale raccolto fino ad oggi dai progetti selezionati è superiore ai 93 milioni di euro e oltre 200 posti di lavoro creati da queste aziende digitali“.

A questo indirizzo il sito internet ufficiale dell’evento.