A Londra da aprile le “ultra low emission zone”. Tolleranza zero contro i mezzi inquinanti

Si tratta di aree in cui la restrizione varrà 24 ore 24 ogni giorno dell'anno

A Londra da aprile le “ultra low emission zone”. Tolleranza zero contro i mezzi inquinanti

 

Sono comparsi 300 nuovi cartelli in giro per Londra e tutti nelle aree dove si sono registrati i maggiori innalzamenti dei livelli di inquinamento atmosferico dovuto dai gas di scarico dei mezzi a motore.

I cartelli indicano l’introduzione della ultra low emission zone, o ULEZ come è stata ribattezzata, che sarà ufficialmente operativa a partire da lunedì 8 aprile del prossimo anno. Aree nella quali vigerà la tolleranza zero per chi non rispetterà gli standard imposti dal Comune di Londra. Pena, il pagamento di una tassa d’ingresso del valore di £12.50 al giorno che sarà invece di £100 per i mezzi più pesanti come autobus, pullman e camion.

Una “Congestion charge area” di Londra che da aprile diventerà “Ultra low emission zone”

La differenza con l’altra congestion charge attualmente in vigore, dove una lettera “C” indica l’ingresso alle aree interessate, è che la restrizione per i mezzi non conformi è valida solo dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 18, mentre nel caso dell’ULEZ la restrizione varrà tutti i giorni dell’anno, 24 ore su 24.

Tolleranza zero da parte del Comune, quindi, verso tutte quelle moto che non soddisfano gli standard Euro 3, auto e furgoni a benzina che non rientrano negli standard Euro 4, e auto, furgoni, autobus, pullman e camion diesel non conformi con gli standard Euro 6.

L’introduzione della ULEZ intende contrastare sensibilmente le oltre 9.000 morti l’anno in tutta Londra dovute a problemi respiratori legati al traffico automobilistico.

Le ultra low emission zone rientrano in più vasto progetto portato avanti dal Comune in collaborazione con la TFL, la Transport for London, che a sua volta si è impegnata a garantire che i trasporti pubblici siano sempre più all’avanguardia introducendo veicoli con bassissime emissioni.

Ad esempio, i nuovi taxi introdotti nella flotta dei Black cab sono totalmente elettrici, e si sta lavorando anche per rinnovare entro l’aprile 2019 la flotta dei doubledecker, i celebri bus a due piani, per soddisfare lo standard ULEZ.

Per sapere se il proprio veicolo entra nella categoria di quelli bannati dalle ulta low emission zone si può consultare la pagina web dedicata che la Transport for London ha messo a disposizione inserendo semplicemente il numero di targa.