Londra torna a “tier 2”: città aperta per Natale ma con varie limitazioni

Il nuovo regime entrerà in vigore a partire da giovedi prossimo

Londra torna a “tier 2”: città aperta per Natale ma con varie limitazioni

 

Al termine del lockdown attualmente in atto in tutta Inghilterra, da giovedi prossimo 3 dicembre Londra sarà inserita nella categoria “tier 2“. Questo sta a significare che la capitale continuerà ad essere un’area monitorata con attenzione per evitare un’eccessiva diffusione del coronavirus, ma allo stesso tempo offrirà alla sua popolazione di frequentarsi fuori dalle mura domestiche anche se non si è componenti dello stesso nucleo familiare e fino a un massimo di 6 persone, i negozi non essenziali potranno riaprire, come le palestre, si potranno fare attività sportive all’aperto anche di gruppo, e si potrà prendere parte agli eventi culturali nel rispetto del distanziamento sociale.

Insomma, Londra torna a respirare in vista delle prossime festività natalizie che, oltre a rappresentare un momento di relax generale, sono anche quell’occasione per i business della capitale di potersi riprendere un po’ dopo mesi di crisi, soprattutto nel campo dell’hospitality e dello shopping al dettaglio.

La notizia dell’inserimento di Londra nella categoria di allerta “tier 2” è stata da poco ufficializzata alla Camera dei Comuni dal ministro della Sanità, Matt Hancock, indicando che nella prima fase post confinamento – segnata da un ripristino in versione rafforzata del sistema di restrizioni locali graduate territorio per territorio a seconda dei dati sui contagi e sui ricoveri – l’area di Manchester e diverse altre contee saranno sottoposte a un regime di allerta rossa (rischio molto alto, il tier 3), che prevede limitazioni solo leggermente inferiori al lockdown.

Mentre un numero ancor maggiore di persone (inclusi coloro che risiedono a Londra o nell’area metropolitana di Liverpool) saranno nella fascia intermedia dell’allerta arancione (rischio elevato, il tier 2); e solo una minoranze di contee inglese potrà godere del livello più basso di divieti, quello previsto dall’allerta gialla (rischio medio, il tier 1).

A questo indirizzo web tutti i dettagli sulle misure restrittive divise in base ai tre differenti stati di allerta, compreso il “tier 2” che verrà attuato a Londra a partire da giovedì prossimo.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.