Londra, l’omaggio a Bowie nella “sua” Brixton

A ruba le banconote da 10 Brixton Pound, la moneta del quartiere, con l'effige di Bowie/Ziggy Stardust

Londra, l’omaggio a Bowie nella “sua” Brixton

 

LONDRA – David Bowie è stato ricordato a Londra questa sera nella “sua” Brixton, il quartiere a sud della città dove è nato 69 anni fa e che gli ha dedicato la banconota da 10 della moneta locale, il Brixton Pound.

In migliaia hanno cantato e suonato le sue canzoni, davanti al cinema Ritzy che gia’ da stamattina ha definito l’artista “Our Brixton boy” (il nostro ragazzo di Brixton) scrivendo la frase a lettere cubitali sul prospetto dell’edificio. L’evento, organizzato dai fan via Facebook, ha avuto grande risonanza grazie al tam tam sui social networks.

E’ stato un tributo spontaneo con centinaia e centinaia di persone: l’ampia piazza davanti al Cinema Ritzy era piena e continua ancora adesso ad accogliere londonesi e turisti. Non c’era un sistema di amplificazione quindi si sono formati piccoli gruppi attorno a chi ha portato con sè una chitarra o un altro strumento musicale. Le luci erano quelle delle telecamere dei media: faretti accesi attorno ad una storia, un personaggio, una chitarra.

Bowie murales in Brixton (foto: F. Marchese)
Bowie murales in Brixton (foto: F. Marchese)

Qualcuno, dal secondo piano accanto al pub The Pow, dall’altro lato della strada, ha accostato i propri amplificatori alla finestra per far cantare tutti. Molti i musicisti che speravano di ricavare visibilità dall’evento, e molti i fan che hanno indossato alcune delle mise più famose di Bowie: pantaloni multicolori, giubbotti anni 80, volti truccati; una coppia di bambine aveva la faccia dipinta con una freccia rossa. E’ stata una festa di musica che ha unito le generazioni. Il freddo – la temperatura era di 4 gradi – non ha scoraggiato nessuno.

Il luogo-simbolo dell’omaggio da parte dei londinesi è anche un murales che ritrae Il Duca Bianco e che si trova proprio davanti la stazione della metropolitana. E’ circondato da una gran folla di appassionati e curiosi, e da un tappeto di fiori, candele, biglietti e lettere; c’è chi ha portato la musica, per ascoltare le sue canzoni e recitare una preghiera in suo ricordo.

Diversa l’atmosfera davanti alla sua casa natale, che dista 500 metri dalla stazione della metro: una casetta a due piani, con porte e finestre sbarrate, con fan commossi e qualche mazzo di fiori, candele e messaggi. Alcuni negozi hanno esposto in vetrina la foto dell’artista.

Brixton pounds (foto: F. Marchese)
Brixton pounds (foto: F. Marchese)

Vanno a ruba i Brixton Pounds, le banconote che ritraggono il volto di Bowie nel personaggio di Ziggy Stardust. Nel negozio ufficiale della moneta locale, lanciata gia’ nel 2009 e molto popolare nel quartiere, oggi è stato un via vai continuo: “Ne abbiamo scambiati – spiega a Londra Italia Tom Shakhli, che lavora nel negozio – oltre 250 pezzi. Si possono utilizzare solo nel quartiere, anche nella versione elettronica, e sono stati creati per aiutare l’economia locale”.

Bowie è ritratto nella banconota da dieci Brixton Pounds – un cimelio prezioso per i collezionisti – ma esistono anche i tagli da uno, cinque e da venti che ritraggono altri personaggi-simbolo di Brixton: uno storico, uno sportivo, una spia della Seconda Guerra Mondiale.  A Brixton, Bowie era un icona già da tempo prima di morire.

Francesca Marchese
@fmarchese_

Londra, 11/1/2016

 

 

Ecco il video dell’evento – in varie locations tra le quali la piazza antistante il cinema Ritzy, il murales e la sua casa natale – e l’intervista a Tom Shakhli del negozio “Brixton Pound” dedicato alla moneta locale.  “Le banconote sono così belle” – spiega Tom nell’intervista –“che molti le collezionano e preferiscono usare la versione elettronica.” (video: F.Marchese)