Londra sempre più alta, ma c’è allarme raffiche di vento

I nuovi grattacieli stanno cambiato significatamente il microclima della capitale. Il Comune impone nuovi test ai costruttori

Londra sempre più alta, ma c’è allarme raffiche di vento

 

Londra sta crescendo sempre di più in altezza grazie all’ok dato alla costruzione di decine di nuovi grattacieli che si andranno a unire a quelli già presenti soprattutto nei quartieri della City e di Canary Wharf.

Ma se questo rappresenta un segno positivo in considerazione della sempre più crescente richiesta di alloggi e uffici, come contro sta portando a un cambiamento del microclima in tutta la capitale.

Infatti, fino a qualche anno fa era possibile avvertire improvvise raffiche di vento più che altro camminando lungo il Tamigi o attraversando lo stesso su uno dei diciassette ponti cittadini.

Invece da un po’ di tempo a questa parte si è soliti rimanere coinvolti dal forte vento anche camminando a centinaia di metri di distanza dal corso d’acqua. Questo perché i numerosi grattacieli che sono stati costruiti di recente hanno cambiato di molto il flusso dei venti su Londra.

Lo Sky Garden, soprannome dato al “20 Fenchurch Street Palace”

In particolar modo lo Sky Garden, con la sua vasta estensione e forma cubica, si è resto artefice di una modifica del flusso dell’aria a discapito delle abitazioni e uffici attorno, confermata dagli stessi residenti.

Gli stessi hanno evidenziato cambiamenti al microclima della zona dal 2014, anno di inaugurazione del grattacielo di 38 piani, e nei periodi anche antecedenti durante la costruzione.

Una situazione che è stata denunciata anche dalle tante associazioni di ciclisti che hanno riportato molte cadute improvvise di persone, sia in bicicletta che a piedi, proprio perché rimaste vittime di movimenti d’aria improvvisi camminando sui marciapiedi o lunghe le strade centrali.

Ora il Comune sta ricorrendo ai ripari attraverso un nuovo regolamento al quale dovranno sottostare tutte le nuove costruzioni.

Il regolamento impone che tutti i nuovi fabbricati che supereranno i 25 metri di altezza, quindi già partendo da costruzioni di appena 8,9 piani, dovranno prima superare dei precisi test dove verranno simulati i flussi di aria generati dalla forma del palazzo, soprattutto a livello stradale.

Lo stesso regolamento decreta che le aree che ospitano ristoranti e caffè sempre sul livello della strada, e che hanno tavolini e sedie posizionate su aree pedonali, non dovranno subire raffiche di vento non superiore ai 2,5 metri al secondo a causa dei palazzi vicini . Mentre le aree di passaggio dei pedoni non devono superare flussi d’aria superiori agli 8 metri al secondo.

Superati questi livelli già si entra nei casi dei “problema di sicurezza pubblica”.

Per chi volesse approfondire l’argomento sul sito internet del Comune di Londra a questo indirizzo è possibile trovare tutta la documentazione a riguardo.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.