L’Italia in corsa ai Bafta (gli Oscar inglesi) con “Dogman” di Matteo Garrone

E' candidato come miglior film straniero. La cerimonia a Londra nella prestigiosa Royal Albert Hall

L’Italia in corsa ai Bafta (gli Oscar inglesi) con “Dogman” di Matteo Garrone

 

“Dogman” di Matteo Garrone è stato scelto tra le cinque pellicole in corsa per aggiudicarsi il titolo di miglior film straniero in occasione dei Bafta, gli Oscar inglesi, che si terranno il 10 febbraio nella prestigiosa sede della Royal Albert Hall.

Se dovesse aggiudicarsi la maschera d’oro, questo il premio che viene assegnato ai Bafta, il film tra i più visti della recente stagione cinematografica, arricchirebbe ancora di più la lista dei riconoscimenti già ottenuti: miglior attore a Cannes, all’European film award e ai Nastri d’argento andati ai due protagonisti Edoardo Pesce e Marcello Fonte, oltre ai Nastri d’argento ottenuti per miglior film e miglior regia, insieme a un’altra serie di riconoscimenti come miglior produzione, editing, suono, costumi, make up e scenografia assegnati in diversi concorsi italiani e internazionali.

Anche il pubblico ha elogiato in maniera positiva l’interpretazione dei due attori basata su una storia che prende spunto dal delitto del Canaro, l’omicidio del criminale e pugile dilettante Giancarlo Ricci, avvenuto nel 1988 a Roma per mano di Pietro De Negri.

In particolar modo, durante l’anteprima di Cannes, l’Hollywood Reporter ha assegnato cinque stelle su cinque alla pellicola, elogiandone la sceneggiatura e le prove di Marcello Fonte ed Edoardo Pesce, e anche il Guardian ha assegnato il punteggio massimo.

Tutti riconoscimenti che potrebbero essere di buon auspicio in occasione della serata dei Bafta del prossimo 10 febbraio.

“Dogman” se la dovrà vedere con “Roma” di Alfonso Cuaron, “Un affare di famiglia” del giapponese Kore-eda Hirokazu, “Cold War” del polacco Pawel Pawlikowsky e “Cafarnao” della libanese Nadine Labaki.