Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla morte il Regno Unito ne celebra il genio

144 disegni del maestro del Rinascimento in mostra in 12 città britanniche prima di approdare tutti a Buckingham Palace

Leonardo da Vinci, a 500 anni dalla morte il Regno Unito ne celebra il genio

 

Per molti Leonardo Da Vinci è l’autore della Gioconda, del Cenacolo, della Dama con l’ermellino, ma l’artista toscano ha lasciato in eredità al mondo molte altre opere di prestigio.

Non solo dipinti ma anche progetti, studi, diari. Qualunque fosse l’ambito in cui si destreggiava, ha tracciato dei disegni, dato che tracciare su fogli i progetti di ricerca è sempre stata un’abitudine per il genio di Vinci.

Forse è proprio per questo, in occasione dei 500 anni della sua morte, il Regno Unito ha deciso di celebrarlo proprio attraverso i suoi schizzi.

Nel corso del 2019 verranno rivelati al pubblico 144 disegni del maestro del Rinascimento, che fanno parte della Royal Collection, la collezione della Casa Reale. Nella più grande collezione privata del mondo si trovano tanti tesori e anche Leonardo è ben rappresentato.

I suoi disegni, che sono bozze di dipinti o sculture, ma anche semplici fogli di ricerca che rivelano molto della personalità dell’autore, sono esposti da qualche giorno in dodici mostre aperte in altrettante città inglesi.

Si intitolano tutte “Leonardo da Vinci: A Life in Drawing”. Ognuna raccoglie 12 disegni, selezionati per far emergere il talento polivalente dell’artista toscano, che nella sua vita si occupò di pittura, scultura, architettura, musica ed ingegneria.

Alcuni dei 144 disegni di Leonardo da Vinci in mostra in diverse città del Regno Unito

Di Leonardo sono noti anche gli studi negli ambiti dell’anatomia, della geologia e della botanica, visto che l’artista italiano ha dimostrato una cultura enciclopedica ante litteram. E i disegni della Royal Collection dimostrano questa ampiezza di vedute e di riflessione.

Ci sono schizzi sul corpo umano, osservato nella sua potenza o sezionato e trasformato in qualcosa di meccanico, con vene e organi resi visibili come fossero i circuiti di un umanoide. E poi paesaggi, schizzi per dipinti di ambito sacro, appunti e disegni che raccontano progetti ancora da concretizzare. Un mondo variegato e complesso, che ben riflette la mente sempre in movimento del giovane creativo di Vinci.

Le città che fino al 6 maggio ospitano una delle mostre leonardesche sono Belfast, Birmingham, Bristol, Cardiff, Derby, Glasgow, Leeds, Liverpool, Manchester, Sheffield, Southampton e Sunderland.

A seguire le opere disperse per il Paese faranno ritorno nella capitale,dove, insieme a una serie di altri disegni, diventeranno parte di un’esposizione prevista dal 24 maggio al 13 ottobre nella Queen’s Gallery di Buckingham Palace.

Un’opportunità per scoprire la maestria nel disegno anche a Londra, per chi vive in città o per chi si trova di passaggio e non vuole perdere un’occasione ghiotta. Conclusa la tappa londinese, una selezione di ottanta disegni verrà mandata alla Queen’s Gallery del Palazzo di Holyroodhouse di Edimburgo, per la mostra finale, aperta dal 22 novembre al 15 marzo 2020.

Un anno intero di celebrazioni, insomma, per il padre della Monna Lisa. Forse il minimo per ricordare una delle menti geniali del Rinascimento, che ha saputo regalare tesori al mondo sia come artista, che come inventore e scienziato. I suoi codici e manoscritti sono opere di straordinaria potenza, che tramandano la ricerca e l’arguzia di una mente davvero fuori dal comune.

I disegni della Collezione di sua Maestà sono stati raccolti in una sorta di volume da Pompeo Leoni a Milano intorno al 1590 e sono stati acquisiti sotto il Regno di Carlo II. Permettono di avere un quadro interessante delle investigazioni che Leonardo ha compiuto e del suo lavoro intellettuale. E dimostrano che un tratto di matita o carboncino su un foglio, spesso, può diventare molto più di uno schizzo o di un appunto.

Qui il sito internet ufficiale dell’esposizione itinerante.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.