“La situazione coronavirus potrebbe aggravarsi, il Regno Unito rischia un nuovo lockdown”

L'annuncio del ministro della Salute britannico Matt Hancock. Intanto nuove misure restrittive nel nord est dell'Inghilterra per 11 milioni di persone

“La situazione coronavirus potrebbe aggravarsi, il Regno Unito rischia un nuovo lockdown”

 

L’emergenza sanitaria legata alla pandemia da coronavirus potrebbe aggravarsi in tutto il paese se non si corre ai ripari in tempi brevi, e l’unica soluzione potrebbe essere un lockdown su scala nazionale“. A dirlo stamane ai microfoni della BBC il ministro della Salute britannico Matt Hancock.

Fino ad oggi la strategia di Downing Street per contenere i contagi era basata sull’intensificazioni delle misure restrittive nelle attività quotidiane delle persone, sia personali che lavorative: dall’evitare assembramenti di massa, all’obbligo di indossare le mascherine nei negozi e sui mezzi pubblici, passando per quelli che possono essere definiti micro-lockdown in aree specifiche. Come sta accadendo in alcune aree del nord est dell’Inghilterra dove attualmente a 11 milioni di persone è stato chieso di rimanere il più possibile a casa.

Più specificatamente a Northumberland, North Tyneside, South Tyneside, Newcastle-upon-Tyne, Gateshead, Sunderland e Durham tutti i locali pubblici devono chiudere alle 22 e sono limitati gli incontri con persone di altri nuclei famigliari. Le altre zone dove si sono intensificate le misure sono Manchester, Trafford, Oldham, Bury, Bolton, Tameside, Salford e Rochdale.

Attività che però non hanno portato i risultati sperati, dato che nelle ultime settimane c’è stata una crescita del valore dei contagiati in ambito ospedaliero fino a toccare quota 3395 nuovi casi di Covid e 21 decessi registrati solo nell’arco delle ultime 24 ore.

E’ assolutamente fondamentale che le persone rispettino le regole – ha aggiunto Hancock – e un nuovo lockdown su scala nazionale sarebbe l’unica soluzione per mantenere le persone al sicuro, come già sta avvenendo sulle chiusure decise a livello locale. Non vorrei, però, che accadesse, ma faremo tutto il possibile per garantire la sicurezza del popolo nel mezzo di una pandemia molto difficile”.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.