Apre la Londra nascosta tra antiche gallerie e stazioni in disuso

Da ottobre a dicembre saranno visitabili i sotterranei che hanno fatto da rifugio durante i bombardamenti tedeschi o da scenario ai film di 007

Apre la Londra nascosta tra antiche gallerie e stazioni in disuso

 

Sono state utilizzate come rifugi durante i bombardamenti tedeschi, hanno ospitato l’Intelligence inglese durante i conflitti e hanno fatto anche da set cinematografici, oltre ad essere tra i luoghi più celebri di tutta Londra.

Parliamo delle stazioni e gallerie in disuso della Tube, la metropolitana più antica al mondo e tra le più estese mai realizzate con 11 linee che uniscono 382 stazioni. Luoghi dimenticati da decenni, che hanno lasciato il passo a stop più moderni e passaggi sotterranei più comodi e funzionali, ma che ora tornano ad essere protagonisti per tre mesi, da ottobre a dicembre, quando verranno aperti e scoperti in occasione di speciali visite.

Si tratta di una iniziativa organizzata dalla TFL, la Transport for London, insieme al London Transport Museum che hanno deciso di aprire luoghi legati a doppio filo alla storia della capitale inglese.

Come “Down Street”, una stazione operativa fra il 1907 e il 1932 utilizzata durante la seconda Guerra mondiale come snodo ferroviario protetto oltre che rifugio durante i bombardamenti tedeschi di cui si è servito l’allora primo ministro Winston Churchill per studiare e gestire il contrattacco.

Un altro luogo che verrà aperto per l’occasione è “Charing Cross: access all areas” realizzato proprio sotto Trafalgar square, rimasto chiuso per decine di anni e riaperto solo qualche anno fa in via del tutto eccezionale per fare da scenario al film di 007 “Skyfall” e alle riprese della serie tv “24”.

Aprirà anche un’altra area di una stazione chiusa da tempo, quella di “Euston”, dove i visitatori potranno districarsi in un labirinto di passaggi pedonali che raggiungono un altro celebrebre stop di Londra, Camden.

Ed ancora Aldwych e York Road passando per Ongar, Lord’s, British Museum e South Kentish Town; in totale saranno una quarantina tra fermate e gallerie le aree che saranno visitabili attraverso speciali tour con guida (in basso alcuni dei luoghi).

Per saperne di più a disposizione il link ufficiale.