Katia Pizzi nuovo direttore dell’Istituto italiano di cultura di Londra

Nata a Bologna dove si è laureata, da 15 anni vive in Inghilterra. Attualmente è docente di lingua e letturatura italiana alla University of London

Katia Pizzi nuovo direttore dell’Istituto italiano di cultura di Londra

 

Entra a pieno regime nel suo nuovo incarico di direttore dell’Istituto italiano di cultura di Londra mentre si celebrano i 100 anni dalla nascita di Fellini, ricorrono i 500 anni dalla morte di Raffaello e ci si prepara ai 700 anni da quella di Dante Alighieri che cadranno nel 2021.

Un momento storico davvero importante per la dottoressa Katia Pizzi che prende il testimone dell’uscente direttore e fotografo Marco Delogu a capo dell’istituto al numero 39 di Belgrave Square.

Originaria di Bologna, da quindici anni vive a Londra dove ricopre il ruolo di docente di lingua e letturatura italiana alla University of London, ma ancor prima è passata per Canterbury dove ha conseguito un master e per Cambridge dove ha concluso un dottorato di ricerca, e anche per il Kent dove alla locale univerità ha mosso i primi passi nell’insegnamento.

Ha pubblicato anche diversi volumi basati sullo studio delle identità culturali, tra cui “A city in search of an author” nel 2001, “The Cultural Identities of European Cities” nel 2010 oltre a una serie di libri illustrati per bambini compreso “Pinocchio, Puppets, and Modernity” descrivendo come il personaggio di Collodi anche se ideato nel 19esimo secolo, si riesce a identificare perfettamente anche nel ventesimo e ventunesimo secolo grazie alla sua fluida identità.

L’incarico di Katia Pizzi a direttore durerà per due anni.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.