Inghilterra, da giovedì 3 dicembre “riapre” il paese ma rispettando restrizioni su base locale

Novità anche per Natale quando già da oggi si prevede un alleggerimento delle misure

Inghilterra, da giovedì 3 dicembre “riapre” il paese ma rispettando restrizioni su base locale

 

E’ ufficiale: il lockdown nazionale imposto in Inghilterra a inizio novembre scadrà il 2 dicembre, ma sarà sostituito da uno schema rafforzato del sistema precedente di restrizioni parziali – dai livelli 1 a 3 a seconda della gravità– e in base ad aree territoriali.

L’annuncio è arrivato questo pomeriggio dal  primo ministro Boris Johnson in video collegamento con la Camera dei Comuni (il premier è attualmente in auto-isolamento dopo essere entrato in contatto con un membro del parlamento positivo al COVID-19).

Con il termine del lockdown su scala nazionale, a partire dalla settimana prossima nelle zone a basso e medio rischio in Inghilterra (quindi 1 e 2) potranno quindi riaprire palestre, negozi non-essenziali e parrucchiere. Via libera anche alla riapetura di chiese e alla ripresa delle funzioni religiose, tra le quali anche matrimoni e funerali.

Sarà possibile praticare sport all’aperto, purché nel rispetto delle regole di social distancing e, per quanto riguarda vedere amici e parenti, ritorna in vigore “la regola dei 6”: sarà possibile incontrarsi con un numero massimo di sei persone esterne al proprio household, purché all’aperto. Permesso anche il ritorno del pubblico ad eventi sportivi (un massimo di 4mila persone) e la riapertura di cinema e teatri a metà del proprio pubblico.

Il coprifuoco per pub, bar e ristoranti sarà infine esteso fino alle 23, con orario limite per le consumazioni alle 22.

Norme decisamente più stringenti si applicheranno invece per quelle zone nella fascia di rischio più alta (la tier 3), dove negozi e il settore dell’hospitality dovranno rimanere chiusi e verranno essenzialmente mantenute le regole del lockdown in vigore ora.

Le nuove misure accompagneranno il paese fino al periodo di Natale. Il governo Johnson ha inoltre annunciato che concorderà con i governi di Scozia, Galles e Irlanda del Nord uno schema ad hoc, valido per l’intero paese, che prevede un ulteriore rilassamento delle norme anti-Covid di 5 giorni, in cui saranno autorizzati i contatti familiari fra i nuclei non conviventi.

Per sapere quali zone saranno sottoposte alle misure più restrittive, ha annunciato il premier, si dovrà aspettare giovedi, un lasso di tempo che per molti, soprattutto per chi lavora nel settore dell’hospitality, appare già incredibilmente troppo lungo per potersi organizzare in maniera adeguata.

@AgostiniMea


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.