In Inghilterra è “freedom day”: da oggi revoca di tutte le restrizioni anticovid

Alcuni nightclub di Londra celebrano l'evento con il classico countdown di mezzanotte

In Inghilterra è “freedom day”: da oggi revoca di tutte le restrizioni anticovid

 

E’ scattato questa mattina in Inghilterra il freedom day con la revoca di tutte le ultime restrizioni anti-Covid: club e altri locali notturni dalla mezzanotte potranno lavorare a pieno regime, senza limiti al numero di ospiti e senza l’obbligo della mascherina. La revoca riguarda anche il rispetto del distanziamento sociale che da oggi verrà a mancare. Per l’occasione, alcuni locali di Londra hanno dato vita a dei party a tema come se fosse il classico countdown per celebrare l’arrivo del nuovo anno (video in basso).

Annullamento delle restrizioni che si accompagna anche all’isolamente preventivo da parte del neo ministro della Salute Sajid Javid risultato positivo al Covid-19 e con il premier Boris Johnson costretto ad autoisolarsi per contatto stretto con lo stesso.

Sui social non sono mancati i post sarcastici del medici del servizio sanitario nazionale, l’NHS. Una dottoressa ha scritto su Twitter di una grande festa a mezzanotte nelle terapie intensive per celebrare la fine del Covid-19 grazie al Freedom Day. Il post è stato accompagnato da una sua foto in ospedale, pronta ad accogliere nuovi contagiati. Qualcun altro, sempre sui social, ha parlato di iniziativa ”criminale”. E c’è chi parla di giorno della ”resa” invece che di libertà.

Johnson ha sì mantenuto il piano previsto ma ha esortato anche gli inglesi a restare prudenti, di fronte all’impennata di casi registrati, arrivati a superare i 50 mila al giorno. “Grazie al successo della campagna vaccinale, le ospedalizzazioni sono gestibili“, hanno sostenuto le autorità sanitarie.

Neil Ferguson, scienziato dell’Imperial College di Londra, ha avvertito che è “quasi inevitabile” per il Regno Unito raggiungere i 100 mila casi al giorno e mille ricoveri perché la variante Delta è fuori controllo. “La vera domanda è: esiste un limite, di contagiati, ricoverati e vittime, sopra al quale sarà difficile andare? Ed è qui che la sfera di cristallo comincia a non funzionare“, ha affermato alla BBC. “Potremmo arrivare a 2 mila ricoveri al giorno e 200 mila casi, ma è molto meno certo“, ha aggiunto.