Il calcio in mostra al Design Museum. Serata speciale per l’Italia con Alessandro Nesta

Tra fashion e cimeli un viaggio in oltre cento anni nello sport più giocato al mondo. Ieri sera serata speciale con l'ex campione [video e foto qui]

Il calcio in mostra al Design Museum. Serata speciale per l’Italia con Alessandro Nesta

 

Quello tra calcio e design è un rapporto che con gli anni è diventato sempre più stretto. Un binomio capace di attirare sempre di più l’attenzione di tifosi, appassionati e di addetti ai lavori nei due ambiti, tanto che il Design Museum di Londra ha deciso di dedicare una mostra temporanea all’argomento.

Football: designing the beautiful game sarà allestita fino al prossimo 29 agosto e al suo interno ci sono cimeli provenienti da ogni parte del mondo come magliette indossate da campioni, schemi di gioco messi in atto dai più celebri allenatori, ricostruzioni di stadi che hanno ospitato match memorabili, ma anche e soprattutto oggetti che raccontano l’evoluzione del calcio dal punto di vista tecnico e tecnologico, tra fashion e design, a partire dai fischietti degli arbitri, diventati sempre più hi-tech per sovrastare il frastuono dei tifosi, passando al pallone o ai guanti dei portieri, solo per citarne alcuni.

La mostra intende esplorare in particolar modo la storia dietro al mondo del calcio, svelando come il design è stato utilizzato per spingere il gioco a nuovi limiti. Il viaggio proposto attraverso gli oltre 500 oggetti, film e interviste su prestazioni sportive, si sviluppa anche attraverso le architetture di stadi e le eredità lasciate da nomi del calibro di Pelé, George Best e Diego Maradona.

L’area espositiva è strutturata intorno a sei argomenti: stadi, grafiche, kit, corpi degli atleti, media e comunità, e inoltre presenta anche alcuni preziosi cimeli prestati dal Museo del Calcio di Coverciano, nell’ottica di rinsaldare sempre di più il legame con le altre realtà museali internazionali.

Nello specifico, gli oggetti prestati al Design Museum sono: la maglia indossata da Roberto Baggio il 27 maggio 1994 in un’amichevole contro la Finlandia, poco prima del mondiale statunitense; un paio di guanti della nazionale del 1962, e due poster dei Mondiali, uno relativo alla Coppa del Mondo ospitata dall’Italia nel 1934 e l’altro inerente alla manifestazione disputata in Svizzera nel 1954. Inoltre su speciali display si possono rivivere gli highlights di alcuni incontri disputati dall’Italia, tra i quali anche quello contro l’Inghilterra vinto per 1 a 0 su gol di Fabio Capello nel 1973. Mentre una riproduzione di Ciao, la mascotte dei mondiali di Italia 90 è presente tra i simboli più importanti del calcio mondiale, come la coppia di campione della Premier League inglese.


Alessandro Nesta ieri sera al Design Museum

Per evidenziare ancora di più il ruolo del Belpaese, dal punto di vista del fashion, del design e della tecnologica applicati al mondo del calcio, il Design Museum ha organizzato una serata dedicata proprio all’Italia con una presenza d’eccezione: Alessandro Nesta, ora ambasciatore della Seria A nel mondo. Insieme al campione, a fare gli onori di casa il direttore del museo Tim Marlow e Carlo Ferro, presidente dell’ITA – Italian Trade Agency, che ha curato tutti gli aspetti della serata.

L’Italia ha dato e sta dando molto nel mondo del calcio a livello internazionale – ha detto Alessandro Nesta – ma negli ultimi tempi è fuori discussione che il calcio inglese, attraverso la Premier League, ha catturato più fans, più interesse e soprattutto più investimenti economici. L’Italia può e deve fare, per tornare ai fasti di una volta, sono certo che ci riusciremo nel giro di poco perché abbiamo tutte le carte in regola per farlo“.

La mostra Football: designing the beautiful game è visitabile fino al 29 agosto e il costo dei biglietti va dai £9.25 (ragazzi) fino ai £16.80 (adulti) oltre a speciali tariffe per studenti, famiglie e gruppi. Qui il sito internet ufficiale dove effettuare la prenotazione e ottenere maggiori informazioni.