Enrico Fermi, a Londra si celebra la sua eredità scientifica

L'appuntamento presso l'Istituto italiano di cultura a Belgrave Square con professori di Oxford e Manchester e la proiezione del film "I ragazzi di Via Panisperna"

Enrico Fermi, a Londra si celebra la sua eredità scientifica

 

Londra dedica una serata ad Enrico Fermi per celebrare la vita e il lavoro dello scienziato italiano premio Nobel nel 1938. L’appuntamento è per venerdì sera, 8 febbraio, presso l’istituto di Cultura Italiana dale ore 18.30 ad ingresso gratuito, in occasione di Enrico Fermi remembered: the scientist and his legacy. (Qui il link ufficiale)

Durante l’evento interverranno Simone Turchetti del Centro per la storia della scienza, della tecnologia e Medicina dell’Università di Manchester, Frank Close professore emerito di fisica presso l’Università di Oxford e fellow presso l’ Exeter College di Oxford, Luisa Cifarelli presidente della Società Italiana di Fisica e presidente del Centro Fermi di Roma; introduce e modera Paolo G. Radaelli professore di fisica presso l’Università di Oxford e professorial fellow del Wadham College di Oxford.

L’organizzazione è affidata all’Association of Italian Scientists in the UK (AISUK) che, attraverso questo incontro, vuol puntare l’attenzione sul ruolo di Enrico Fermi, ricordato principalmente per gli studi teorici e sperimentali nell’ambito della meccanica quantistica e in particolare della fisica nucleare.

Tra i suoi contributi si possono citare la teoria del decadimento β e la statistica quantistica di Fermi-Dirac. Fu inoltre uno dei direttori tecnici del Progetto Manhattan, che portò alla realizzazione della bomba atomica nei laboratori di Los Alamos.

Lo scienziato Italiano ricevette nel 1938 il Premio Nobel per la fisica, per “l’identificazione di nuovi elementi della radioattività e la scoperta delle reazioni nucleari mediante neutroni lenti“.

Il 25 gennaio 1939, nel seminterrato di Pupin Hall, alla Columbia, un gruppo di ricercatori tra cui Fermi condussero il primo esperimento di fissione nucleare negli Stati Uniti.

Esattamente ottant’anni da quel primo esperimento, questo incontro vuole raccontare il contributo fondamentale di Fermi alla fisica Nucleare, ponendo l’attenzione in particolare sul periodo in cui lo scienziato visse e lavorò a Roma e a Los Alamos.

L’omaggio a Fermi prevede un secondo appuntamento il 20 Febbraio alle 19.00 con la proiezione del film “I ragazzi di Via Panisperna” di Gianni Amelio, sempre all’Istituto di Cultura a Belgrave Square con ingresso gratuito (link).  Il film, realizzato nel 1989 con una sceneggiatura di Vincenzo Cerami, racconta la storia del gruppo di giovani scienziati che negli anni ’30 si resero protagonisti di grandi scoperte nell’ambito della fisica nucleare lavorando all’Università La Sapienza di Roma nel team diretto da Enrico Fermi (interpretato da Ennio Fantastichini).

 


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.