Energy drinks, in UK arriva il divieto per i minorenni

Prodotti come il Red Bull equiparati a alcool e sigarette. Sotto attacco il contenuto elevato di caffeina e di zucchero.

Energy drinks, in UK arriva il divieto per i minorenni

 

Il governo UK ha deciso di vietare la vendita degli energy drink ai minorenni. Nel Regno Unito, chi non ha ancora raggiunto i 16 o i 18 anni (l’età precisa sará definita nelle prossime settimane) non potrà piú acquistare le lattine di Red Bull, Monster Energy e in generale di tutte le bevande caratterizzate da un elevato contenuto di sostanze stimolanti come la caffeina.

Iperattività, problemi di sonno, mal di testa e e dolori di stomaco. Sono tanti gli effetti negativi di un elevato consumo di caffeina per i piú giovani. Una lattina da 250gr di Red Bull contiene quasi 80 grammi di caffeina (un espresso ne contiene 50). Non solo, la stessa lattina contiene 26 grammi di zucchero, un valore di poco inferiore alla massima quantità di zucchero giornaliera raccomandata per un adulto (38 grammi). Altri energy drinks come Monster Energy (prodotto dalla Coca Cola), Boost Energy o Rockstar, hanno contenuti di zucchero e caffeina inferiori, spiega il Guardian, ma sono spesso venduti in lattine di dimensioni maggiori, 500 grammi, incoraggiandone il consumo.

Il divieto, ha dichiarato Theresa May, si inserisce nella strategia del governo per ridurre l’obesità infantile, evidenziando come il consumo di queste bevande sia diffusissimo tra gli adolescenti britannici.  Secondo i dati del governo gli energy drinks sono bevuti da due terzi dei ragazzi tra i 10 e 17 anni e un quarto dei bambini con età compresa tra 6 e 9 anni.

Un consumo “incoraggiato” dalle aziende produttrici con strategie di pricing molto aggressive. Molto spesso gli energy drinks sono venduti a prezzi inferiori rispetto ai tradizionali soft drink o addirittura all’acqua minerale. Non è raro trovare in vendita un pacco di 4 lattine da 250 ml di energy drinks al prezzo di una sterlina.

È giusto vietare la vendita di bevande energetiche a bambini e ragazzi” ci spiega Alina Tierney, affermata nutrizionista londinese e autrice del sito OustandingNutrition.co.uk. “Non solo una singola lattina di molte di queste bevande supera il livello raccomandato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per l’assunzione giornaliera di zucchero per i bambini di tutte le età, ma gli alti livelli di caffeina presenti sono preoccupanti per la perdita di sonno cronica, sviluppo di dipendenza e intossicazioni”.

La proposta del Governo UK prevede che il divieto scatti per tutte le bevande con un contenuto di caffeina superiore a 150 grammi per litro, mentre rimane da decidere se consentire l’acquisto a partire dai 16 o dai 18 anni.  Il divieto entrerà in vigore una volta conclusa una fase di consultazione della durata di 12 settimane.  Per i negozianti che non rispetteranno il divieto sono previste multe fino a 2,500 sterline.

 

photo by F.Ragni – All Rights Reserved