Elezioni europee, tutti i chiarimenti dal Consolato italiano a Londra

Entro il 10 maggio arriveranni i plichi per gli iscritti all'Aire, ma sono anche altre le informazioni utili da conoscere

Elezioni europee, tutti i chiarimenti dal Consolato italiano a Londra

Meno di un mese per esprimere la propria preferenza alle prossime elezioni europee, e la macchina organizzativa di tutti i 28 stati membri è ormai a pieno regine.

Lo stesso vale per l’Italia con particolare riferimento ai concittadini che risiedono nel Regno Unito dove nelle ultime settimane si è generata molta confusione per via della possibilità che il Paese britannico non prendesse parte al rinnovo del Parlamento europeo lasciando in una situazione di stallo anche i cittadini europei che risiedono ufficialmente in UK.

Ora che la situazione è stata chiarita, dato che il Regno Unito voterà come tutti gli altri, è bene specificare alcune regole basilari. E a farlo è lo stesso Consolato italiano a Londra che ha diffuso una serie di note ufficiali.

Sarà possibile per gli elettori italiani scegliere se votare per i candidati del Paese di residenza o se per quelli del Paese di origine – chiarisce il Consolato -. La legislazione italiana ed europea vieta nella maniera più assoluta l’esercizio del doppio voto, che ha rilevanza penale.

Pertanto gli italiani che votano per i candidati britannici al Parlamento Europeo non potranno votare anche per quelli italiani, e viceversa.

Vietato anche il doppio voto in ambiti geografici differenti: chi vota per i candidati italiani presso le sezioni elettorali istituite all’estero dagli Uffici diplomatico-consolari non potrà farlo anche presso le sezioni elettorali in Italia.

Lo stesso vale anche per chi dovesse vantare la doppia cittadinanza che può esprimere sempre una sola preferenza.

Dal punto di vista organizzativo, gli iscritti Aire riceveranno intorno al 10 maggio un plico elettorale del Ministero dell’Interno per poter votare presso uno dei seggi che verranno allestiti nel Regno Unito, a Londra ce ne saranno sei.

Resta salva la possibilità – alternativa – di optare per il voto presso il Comune britannico se si decidesse di esprimere una preferenza per un candidato del Regno Unito.

Per chi invece volesse votare in Italia, la scelta deve essere notificata al Comune d’origine almeno 24 ore prima dell’inizio del voto che, ricordiamo, in UK si terrà giovedì 23 maggio mentre in Italia domenica 26 maggio.

Per maggiori dettagli si può consultare il sito internet ufficiale del Consolato italiano a Londra.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.