Elezioni, anche chi non è iscritto AIRE può votare per posta dall’UK. Ecco come fare

Bisogna essere temporaneamente residenti nel paese da più di 3 mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche

Elezioni, anche chi non è iscritto AIRE può votare per posta dall’UK. Ecco come fare

 

Mentre in Italia c’è grande fermento in vista delle elezioni politiche fissate al 25 settembre, fuori dai confini del Belpaese entra nel vivo la macchina organizzativa per permettere agli italiani di votare per i loro referenti della Circoscrizione Estero, ripartizione Europa in questo caso.

Il voto avverrà via posta e i plichi con le schede elettorali verranno inviati con largo anticipo, dato che dovranno poi pervenire al Consolato di riferimento entro il 22 settembre.

Il voto via posta può essere richiesto anche da chi non è iscritto AIRE, perché in UK solo da pochi mesi per motivi di lavoro, studio o cure mediche, l’importante è aver superato un minimo di tre mesi di permanenza nel paese.

In caso si intenda votare per le Politiche italiane da qui, si dovrà compilare un modulo da inviare al Comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro mercoledì 24 agosto.

L’invio potrò essere fatto per posta, via email anche non certificata, oppure consegnando il modulo direttamente a mano, sempre al Comune di riferimento, anche da persona diversa dall’interessato.

L’opzione, obbligatoriamente corredata di copia di documento d’identità valido dell’elettore, deve in ogni caso contenere l’indirizzo postale estero completo cui va inviato il plico elettorale, l’indicazione dell’Ufficio consolare competente per territorio e una dichiarazione attestante il possesso dei requisiti per l’ammissione al voto per corrispondenza

Ossia di trovarsi, come anticipato, per motivi di lavoro, studio o cure mediche, per un periodo di almeno tre mesi nel Regno Unito.

A questo indirizzo internet maggiori dettagli e il modulo da poter scaricare e compilare.