A Clacton-on-Sea cancellano un graffito di Banksy ed eleggono il primo MP di Ukip

A Clacton-on-Sea cancellano un graffito di Banksy ed eleggono il primo MP di Ukip

 

La città di Clacton-on-Sea nell’Essex  (poco piu di 50,000 abitanti) è finita per due volte nelle cronache nazionali nel giro di pochi giorni.

La prima notizia arriva il 1 Ottobre.  Un graffito di Banksy sul tema dell’immigrazione, realizzato dall’artista su un muro della città viene  immediatamente cancellato dalle autorità locali perché giudicato “razzista” e “offensivo”.

L’opera, che vedete in questa foto, mostrava un uccello esotico isolato ed emarginato da un gruppo di piccioni con in mano cartelli razzisti con scritte quali “Migrants not welcome”, “Go back to Africa” e “Keep off our worms”.  il Council locale, in un impeto di efficienza, ha provveduto a cancellarlo nel giro di poche ore, sostenendo di avere agito in seguito alla protesta di un cittadino che giudicava il  graffito offensivo.

E’ evidente che il Council non si e’ reso conto del fatto che si trattava dell’opera di uno degli artisti di street-art piû famosi del momento.  I graffiti di Banksy sono valutati fino a centinaia di migliaia di sterline – ad esempio lo scorso Agosto un opera intitolata Mobile Lovers apparsa su un muro di Bristol e’ stata venduta per oltre £400.000.  Le località che hanno un murales di Banksy se lo tengono stretto, sapendo che genera turismo e interesse.  Gli amministratori di Clacton-on-Sea, tra i quali evidentemente non vi sono esperti d’arte, non sono stati così lungimiranti.

Nigel Brown, responsabile della comunicazione del Council locale, ha dichiarato candidamente: “Il sito è stato ispezionato dal personale che ha convenuto che potrebbe essere visto come offensivo ed è stato rimosso questa mattina, in linea con la nostra politica che prevede di rimuovere questo tipo di materiale entro 48 ore”.  Con una certa faccia tosta (o auto-ironia) il Council ha poi aggiunto che sarebbero lieti se Banksy tornasse a lasciare un nuovo graffito.  (”We would obviously welcome an appropriate Banksy original on any of our seafronts and would be delighted if he returned in the future.”)

La seconda notizia arriva pochi giorni dopo, il 10 Ottobre, quando i cittadini di Clacton, chiamati a eleggere in una by-election, il parlamentare che li rappresenta a Westminster, votano in massa (57.75%) per Douglas Carswell, un ex-Tory passato alle file dell’UKIP.

E’ la prima volta che la forza anti-europeista dell’UKIP acquista un seggio in Parlamento, nonostante il fatto che sia stato il partito piu’ votato alle ultime elezioni europee del 2014.

E’ difficile vedere questi due eventi come una mera coincidenza. Molto probabilmente, Banksy ha scelto di proposito Clacton-on-Sea per lasciare il suo messaggio sull’immigrazione, sapendo che nel giro di pochi giorni la popolazione avrebbe votato per un partito di estrema destra, con posizioni molto radicali nei confronti di questo tema, ma sicuramente non poteva prevedere che il suo murales sarebbe stato cancellato così’ rapidamente.

A noi rimane fortunatamente una foto dell’opera, scattata dall’artista prima che venisse annullata, e in quella foto l’immagine di un tenero uccelletto verde che con grande dignità sostiene lo sguardo dei piccioni razzisti. E la vittoria dell’arte sull’ottusità del popolo.

Londra, 10/10/2014

foto: www.banksy.co.uk