Un nuovo survey rivela qual e’ il criterio principale di scelta per chi va in affitto in UK

DSC_0269 copy

Un Survey condotto da Knight Frank, uno dei maggiori Estate Agent UK, intervistando piu’ di 3,000 persone che vivono in UK in affitto ha identificato i principali fattori che influenzano la scelta dell’alloggio per chi affitta.

Il principale fattore, e questa non e’ proprio una sorpresa, e’ il costo, o come lo definisce Knight Frank, l’affordability,  intendendo in questo senso il costo che si e’ in grado di sostenere. Il 65% degli intervistati ha indicato questo come elemento piu’ importante, preferendolo alla location (23%) e alla dimensione dell’immobile, per la quale Knight Frank usa il termine space (10%).

Screen Shot 2014-10-23 at 10.09.52

La relazione tra questi tre elementi chiave (Affordability, Location, Space) viene esplorata in dettaglio nel report attraverso le risposte date a una serie di domande, e tenendo in considerazione variabili quali l’età di chi risponde, la fascia di reddito e la città nella quale si vive, con Londra in evidenza rispetto al resto del Regno Unito.

Si scopre che, in media, gli affittuari sono disposti a spendere di affitto fino al 40% del loro reddito, ma anche che oltre il 10% dei londinesi sono pronti a spendere piu’ del 50% se necessario.

Alla domanda “Why are you renting?” la risposta prevalente (44%) e’ la mancanza di soldi per poter versare un deposito e comprare con un mutuo. Subito dopo, circa un terzo (32%) degli affittuari risponde di vivere in affitto per propria scelta pur potendo acquistare, considerandola una modalità piû adatta al proprio stile di vita, mentre il 28% risponde di preferire l’affitto perche’ in questo modo riesce a vivere in una zona dove non riuscirebbe a comprare.

 

Screen Shot 2014-10-23 at 10.27.40

 

Il quadro che emerge da questo Report conferma quello che chi vive a Londra sa bene. Nel trade-off tra i tre elementi chiave: Affordability, Location (intesa sia come qualità’ della zona ma anche vicinanza alle stazioni della Tube e ai posti di lavoro/studio) e Space, si tende inevitabilmente a sacrificare location e dimensione dello spazio per rimanere su livelli di costo sostenibili.

Il report può’ essere letto a questo indirizzo.