Doppi vaccinati UK: l’Italia ora riconosce il certificato NHS

Il QR code britannico potrà essere mostrato sull'app NHS o stampato e utilizzato nel Belpaese al pari del green pass europeo

Doppi vaccinati UK: l’Italia ora riconosce il certificato NHS

 

Come da programma il ministro italiano della salute Roberto Speranza ha comunicato un aggiornamento sulle disposizioni in materia sanitaria che riguardano gli arrivi in Italia dal Regno Unito.

Rimane l’obbligo di sottoporsi a un test del tampone con esito negativo nelle 48 ore prima della partenza e di rispettare un periodo di auto isolamento di 5 giorni al termine del quale si dovrà eseguire un nuovo test del tampone.

Mentre la novità inserita all’interno dell’ordinanza riguarda il tanto atteso riconoscimento della certificazione per la doppia vaccinazione ottenuta in UK e rilasciata dall’NHS che ora può essere utilizzata al pari del green pass europeo per partecipare ad eventi con pubblico ed entrare in quei luoghi dove la legge italiana prevede che venga mostrato questo specifico certificato come ristoranti, pizzerie, cinema e teatri.

E’ bene anche chiarire che il certificato rilasciato dall’NHS per essere riconosciuto ed accettato anche in Italia deve riguarda le vaccinazioni effettuate con farmaci riconosciuti dall’EMA, l’agenzia europea del farmaco, come AstraZeneca e Pfizer, e che comunque rappresentano la maggior parte delle dosi somministrate nel Regno Unito.

Al contrario, da lunedi non ci sarà più obbligo di sottoporsi all’auto isolamento preventivo per tutti coloro che dall’Italia arriveranno in UK; in questo caso rimane sempre valido l’obbligo del tampone prima della partenza e al secondo giorno dall’arrivo.

A questo link è possibile consultare l’ultima ordinanza del ministro Speranza nella sua completezza. L’articolo 7 pagina 9 fa specifico riferimento al riconoscimento del certificato NHS.