Diritti e doveri dei lavoratori in tempo di Brexit, il convegno a Londra

L'incontro organizzato da alcune delle maggiori associazioni in difesa dei lavoratori europei nel Regno Unito e dei britannici in Europa

Diritti e doveri dei lavoratori in tempo di Brexit, il convegno a Londra

 

Uno dei temi più scottanti in vista della Brexit riguarda il futuro dei lavoratori europei nel Regno Unito. In attesa di conoscere quali saranno gli accordi che l’UE e l’UK prenderanno in merito, il prossimo sabato 6 ottobre un incontro organizzato a Londra cercherà di offrire una panoramica su quali potrebbero essere gli scenari futuri in base a quanto verrà stipulato tra le due parti.

Un argomento che interessa non solo gli europei in UK, ma anche gli stessi britannici che vivono e lavorano negli altri 27 stati membri, ad oggi la comunità più grande tra tutte quelle europee presenti fuori dai confini di origine: 1.200.000 sono infatti i british con residenza fuori dal Regno Unito, ma sempre dentro all’Unione Europea.

L’0rganizzazione è a cura della “SOS Democratica” e si terrà dalle ore 14.00 alle 18.00 presso la sede dell’INCA-CGIL di Londra al numero 123 di Canonbury Road – N1 2UT.  Ci saranno rappresentanti di varie associazioni in prima linea nella difesa dei diritti dei lavoratori, tra le quali “UKCEN – UK Citizenship for European Nationals”, “The3Million” che ha recentemente scritto una lettera ai due maggiori esponenti delle trattative: il ministro britannico per la Brexit Dominic Raab e il capo negoziatore per conto dell’Europa Michel Barnier; ed ancora “Moving Forward” oltre a sindacalisti della stessa “INCA-CGIL UK” e del “BFAWU – Bakers & Food Allied Workers Union”.

In particolar modo, quest’ultimi saranno presenti per fare il punto in termini dei diritti dei lavoratori nei settori della ristorazione e alberghiero, tra gli ambiti maggiormente colpiti nel corso degli ultimi anni a causa di un calo della presenza di lavoratori stranieri che hanno scelto altri lidi, sfiduciati dal clima di incertezza che si sta respirando nel Regno Unito.

L’ingresso all’evento è gratuito ma i posti sono limitati e serve una preregistrazione che si può fare a questo sito internet.