Dal prossimo anno tassa di 7 euro per i britannici che viaggiano in Europa

Si tratta del nuovo Etias. Il visto si paga una volta sola e dura 3 anni

Dal prossimo anno tassa di 7 euro per i britannici che viaggiano in Europa

 

Una piccola tassa per continuare a viaggiare nei paesi europei. E’ quella che dovranno pagare i turisti britannici da maggio 2023 come conseguenza della scelta dell’UK di lasciare l’UE.

La tassa rientra in quello che tecnicamente viene definito Etias, Travel Information and Authorization System, ed entrerà in vigore alla fine del 2022 ma la data di massima operatività è prevista per maggio del prossimo anno.

Si tratta di un vero e proprio pass obbligatorio che consentirà di entrare e uscire negli stati della zona Schengen.

Il permesso ha un costo di 7 euro (che devono pagare solo coloro nella fascia di età 18-70) ed è stato presentato dall’Unione Europea come un sistema di sicurezza indispensabile a tutti i cittadini che provengono da 63 stati extra-Ue per viaggiare liberamente in tutti i paesi della zona Schengen senza bisogno di richiedere un visto.

L’unica condizione è che la permanenza non vada oltre i 90 giorni. L’Etias può essere richiesto per motivi di turismo, ma anche di natura professionale, commerciale e/o personale. Sono esenti dal permesso tutti gli studenti e/o lavoratori presenti all’interno dell’area Schengen.

L’European Travel Information and Authorisation System può essere richiesto attraverso il sito internet ufficiale a questo indirizzo. Come documento è richiesto un passaporto in corso di validità, l’inserimento di tutti i dati anagrafici, il paese europeo di destinazione e il pagamento di una tassa, come anticipato, del valore di 7 euro.

Una volta approvato, il pass sarà valido per 3 anni durante i quali sarà possibile entrare e uscire da quel Paese più volte purché non si superino i 90 giorni consecutivi di permanenza. Solo allo scadere dei tre anni si dovrà rinnovare il permesso, pagando di nuovo i 7 euro.

Anche i cittadini britannici, dopo l’uscita del Regno Unito dall’UE, saranno obbligati da maggio 2023 a richiedere l’ETIAS per viaggiare in tutti i paesi dell’area Schengen dell’Unione Europea.