Da venerdì in Inghilterra niente più NHS free covid test

Sarà disponibile solo per gli over 75 e gli immunodepressi. Tutti gli altri dovranno acquistarlo

Da venerdì in Inghilterra niente più NHS free covid test

 

Da venerdi, 1 aprile, in Inghilterra non sarà più possibile ricevere gratuitamente i lateral flow test, ossia i test del tampone legati alla pandemia da coronavirus.

Lo ha comunicato il governo che fino a domani, 31 marzo, permetterà di ordinare il kit (di norma contenente sette test) da ricevere gratuitamente a casa attraverso il sito dedicato o via call centre. Per Scozia, Galles e Irlanda del Nord ci sarà una diversa gestione del servizio, per tale motivo è consigliabile informarsi sui rispettivi siti.

In inghilterra, invece, i test saranno disponibili in forma gratuita solo ed esclusivamente per gli over 75 o per chi, dai 12 anni in su, necessita di un continuo monitoragio a causa del proprio sistema immunitario indebolito, quindi a rischio contagio con più facilità rispetto al resto della popolazione.

Tutti gli altri, se necessitano di sottoporsi a un test del tampone per ragioni personali o perché richiesto per particolari situazioni, come quelle lavorative o in caso di visita di un parente all’interno di una casa di cura, dovranno pagare il servizio alle farmacie o parafarmacie, o sempre online sui siti specializzati.

I costi variano, ad esempio Boots vende i test antigenici a un prezzo di £2,50 per un singolo o £12 per un pacchetto da cinque o £17 per un pacchetto da quattro con l’opzione aggiuntiva di inviare il tampone all’UK Health Security Agency (UKHSA) per una più accurata analisi del campione.

Altri prezzi vanno dai £1,99 per singolo test offerto da Superdrug che vende anche una confezione da cinque al costo £9,79. Questi sono solo alcuni esempi di costi medi, ma nei negozi, sia fisici che virtuali, si possono trovare soluzioni di ogni genere per tutte le tasche.

La scelta di Downing Street di circoscrivere la consegna gratuita dei lateral flow test solo agli over 75 e agli immunodepressi nasce dalla volontà del governo di ridurre notevolmente l’investimento fatto fino ad verso il controllo della curva pandemica, lasciando che sia la campagna vaccinale a contrastare la diffusione del virus, rispetto a un monitoraggio costante della popolazione avvenuto fino ad oggi proprio attraverso i test del tampone distribuiti gratuiramente a pioggia su tutto il territorio per quasi due anni.

Attività che è costata miliardi alle tasche dei cittadini, secondo lo stesso governo il budget per i test, il sistema di Test & Trace, e il contributo dato per chi era costretto all’autoisolamento è quantificabile in oltre 15,7 miliardi di sterline dall’inizio del 2021 e fino a oggi.

Qui il sito internet ufficiale del governo per maggiori dettagli per coloro che si trovano in un posizione lavorativa dove invece è necessario un monitoraggio continuo della propria condizione fisica legata alla diffusione del coronavirus.