Crisi rifugiati, ne parla Alfano alla LSE il 13 ottobre

Il ministro dell'interno parlerà alla London School of Economics pochi mesi dopo l'intervento del Presidente Mattarella.

Crisi rifugiati, ne parla Alfano alla LSE il 13 ottobre

 

Il tema dei rifugiati e della sicurezza in Europa rimane al centro del dibattito politico europeo. Il prossimo martedì 13 ottobre 2015 né parlerà a Londra Angelino Alfano, Ministro dell’Interno del Governo Italiano, in una conferenza pubblica alla London School of Economics.

‘Migration and security challenges in the Mediterranean: every country for itself or a European response?’ è il titolo della conferenza. La risposta che darà Alfano si può immaginare. La posizione del Governo Italiano in questo senso è molto chiara: la crisi dei rifugiati non può essere considerata un problema italiano (o greco) ma è un problema europeo, se non mondiale, che richiede sforzi congiunti da parte di tutti i paesi dell’Unione.  Una posizione espressa recentemente qui a Londra anche dal presidente Mattarella, sempre alla LSE, ma ancora non condivisa appieno dalla Gran Bretagna.

“Da Londra al Mediterraneo c’è una grande distanza” scrive l’LSE nella pagina di presentazione dell’evento, “ma è una distanza che trae in inganno. nel 2015, 250,000 rifugiati e migranti sono già arrivati in Italia e Grecia attraverso il Mediterraneo, il confine meridionale dell’Europa. Gli effetti di questo influsso di persone si stanno facendo sentire in tutto il continente, dalla Sicilia a Calais”.

Nella sua talk Angelino Alfano parlerà degli sforzi in essere per gestire il flusso di migranti e le minacce terroristiche, mettendo l’accento sulla necessità di una risposta coordinata da parte dei paesi Europei.

L’incontro con Alfano si svolgerà il 13 ottobre 2015 dalle 3.30pm alle 4.30pm presso il campus LSE. A introdurre Alfano e a guidare il dibattito sará  Maurice Fraser, direttore dello  European Institute e Professore di Practice in European Politics alla LSE.

La partecipazione all’evento è gratuita ma è necessario prenotare un biglietto attraverso il sito LSE, in questa pagina.