Covid: in UK calano contagi e morti ma l’allerta rimane sempre molto alta

Il governo sta valutando l'ipotesi di ospitare coloro provenienti dall'estero in appositi hotel per monitorare il loro periodo di quarantena obbligatoria

Covid: in UK calano contagi e morti ma l’allerta rimane sempre molto alta

 

Sembra consolidarsi lentamente il calo di casi e decessi giornalieri per Covid nel Regno Unito, alle prese da settimane con l’impatto della cosiddetta variante inglese del virus, più aggressiva, e tuttora stretto in un severo lockdown nazionale.

I contagi censiti nelle ultime 24 ore sono stati 22.195 su 412.000 test contro i circa 30.000 di ieri, secondo i dati governativi diffusi a margine del briefing di giornata affidato oggi al ministro della Sanità, Matt Hancock, mentre i morti sono scesi a 592 contro gli oltre 600 di ieri, dopo molti giorni consecutivi largamente oltre quota 1000 decessi quotidiani.

In frenata pure l’ondata di ricoveri che da metà dicembre è tornata a mettere sotto dura pressione molti ospedali. Sulle cifre odierne pesa tuttavia il possibile gap statistico di alcuni dati parziali raccolti tradizionalmente in ritardo nel weekend. Resta inoltre il quadro complessivo di un Paese che fa adesso segnare un totale di oltre 98.000 vittime ufficiali da inizio pandemia: picco europeo in cifra assoluta e record mondiale in rapporto alla popolazione considerando solo i paesi medio-grandi dopo il sorpasso di misura sull’Italia con 1447 morti per milione di abitanti contro 1420 circa.

Durante l’incontro pomeridiano il ministro Hancock ha anche parlato della possibilità che il governo metta a disposizione degli hotel per tutti coloro che devono rispettare la quarantena di dieci giorni una volta giunti nel paese provenienti dall’estero.

Per il momento si tratta di una ipotesi, ma sembra molto probabile dato che le intenzioni del governo sono quelle di tenere sotto stretto controllo qualsiasi caso di eventuale contagio, soprattutto se proveniente da fuori i confini nazionali.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.