Coronavirus, la curva dei contagi torna a rialzarsi in UK

Da Downing Street: "Dobbiamo tutti prendere la lotta al Covid molto seriamente, altrimenti c'è il rischio di un secondo lockdown"

Coronavirus, la curva dei contagi torna a rialzarsi in UK

 

Il dato registrato ieri riguardante il nuovo numero di contagi nel Regno Unito da coronavirus ha messo tutti in allerta: 2.948 casi in appena 24 ore che fa seguito ai 2988 registrati nella giornata di domenica.

Una improvvisa impennata della curva pandemica che non si registrava dallo scorso mese di maggio quando il numero dei contagi andava via via scemando giorno dopo giorno. Ora, invece, i quasi semila nuovi casi in due giorni soli hanno messo di nuovo in agitazione l’intero sistama sanitario nazionale con il rischio che vengano applicati lockdown territoriali per circoscrivere i focolai.

Alcuni dei consulenti scientifici del Governo hanno espresso forte preoccupazione sulla piega presa dalla pandemia nel corso delle ultime settimane, dato che il tasso è salito a oltre 20 casi al giorno ogni 100.000 abitanti.

Questo anche per via del crescente numero di tamponi che è stato effettuato proprio nel corso dell’ultimo mese portando il Regno Unito ad essere uno dei primi paesi su scala globale per numero di test, 17.619.897 ad oggi, dei quali buona parte riguardano i tamponi multipli che molti key workers, soprattutto coloro che lavorano nel settore dell’assistenza sanitaria, effettuano più volte nel corso del mese.

La riapertura delle scuole, l’invito del governo a tornare a lavorare negli uffici utilizzando i mezzi pubblici per gli spostamenti, il ritorno alla vita nottura di molti giovani ha fatto sì che l’intero paese potesse respirare di nuovo un po’ di sana normalità. Cosa che però è risultata controproducente nella gestione della pandemia, e gli ultimi dati lo stanno confermando.

Facciamo in modo di prendere la lotta contro il Covid-19 molto seriamente – dicono a gran voce i rappresentati politici di Downing Street e i consulenti sanitari – perché il rischio è che si debba attuare un secondo lockdown, prima su aree territoriali e poi su scala nazionale se la curva pandemica non mostrerà segni di cedimento nelle prossime settimane“.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.