Coronavirus: i casi di contagio a Londra, zona per zona

La capitale conta circa un terzo dei contagi di tutto il Regno Unito. Southwark e Lambeth i boroughs piu colpiti

Coronavirus: i casi di contagio a Londra, zona per zona

 

Cresce il numero di residenti londinesi affetti da Covid-19. Degli oltre tremila casi presenti in Gran Bretagna, Londra conta in totale 1.221 casi, circa un terzo del totale.

Una statistica costantemente aggiornata da Public Health England insieme al Department for Health and Social Care e accessibile online mostra come in ciascuno dei 32 comuni londinesi (boroughs), sia presente almeno un caso di coronavirus, con i dati che aumentano di giorno in giorno.

Il virus sembrerebbe essersi maggiormente concentrato nella zona nord-ovest della capitale. Al momento, Southwark è il borough più colpito con 82 casi. Seguono Lambeth (81) e Westminster (78), cuore politico del paese. Colpiti severamente anche Wandsworth (75) e il quartiere di Kensington and Chelsea, che fino a pochi giorni fa risultava il borough con più casi e ora ne presenta 57.

Meno casi invece, per il momento, nella zona est di Londra. Zone come Tower Hamlets e Hackney riportano infatti circa una 30ina di colpiti.

E’ proprio Londra a trovarsi al centro dell’emergenza sanitaria nel Regno Unito. Delle circa 140 morti nel paese, circa 50 sono avvenute a Londra, dove si registra circa un terzo dei contagi da Covid-19 di tutto il Regno Unito.

Numeri che cambiano ad una velocità impressionante, e che hanno portato il governo ed il sindaco Sadiq Khan ad implementare misure che portino i londinesi ad evitare ogni contatto sociale non necessario. Nonostante vari quotidiani britannici riportassero un possibile “lockdown” di Londra, con chiusura totale di locali e trasporti, il premier Boris Johnson per ora ha solo incoraggiato i londinesi ad evitare pub, ristoranti, teatri e altri luoghi di aggregazione sociale.

Il trasporto pubblico non è chiuso completamente, ma è stato notevolmente ridotto. Da ieri infatti sono state chiuse 40 stazioni della metropolitana su varie linee e sospeso il servizio notturno già operativo su alcune linee durante il weekend. Ridotto anche il numero di bus in servizio di notte, mentre da lunedì scatteranno ulteriori tagli alla rete di trasporti pubblici Tfl, incluse Overground, DLR e altre.

Le strade della capitale appaiono sempre più deserte, e cresce il numero di persone in giro con la mascherina. Ma insieme al numero di casi, cresce anche la preoccupazione che le misure messe in atto finora non siano sufficienti e che il richiamo ad affollare i pub nel weekend imminente potrà prendere il sopravvento anche questa volta, nonostante l’emergenza.

@AgostiniMea


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.