Coronavirus, a Londra bus gratuiti per proteggere gli autisti

Da lunedì si entrerà solo dalla porta centrale senza passare Oyster o carta di credito. Il sindaco però allerta: "I trasporti aperti solo per i key workers"

Coronavirus, a Londra bus gratuiti per proteggere gli autisti

 

Da lunedì i bus di Londra saranno gratuiti. La decisione è stata presa dalla TFL per salvaguardare la vita degli autisti in questo periodo di emergenza sanitaria. Ad oggi sono morti 21 lavoratori per il contagio da coronavirus.

Per tale motivo che da inizio della prossima settimana la porta frontale dei double deckers non verrà più aperta per far entrare le persone che invece dotranno utilizzare la porta centrale. Allo stesso tempo, sarà assolutamente vietato avvicinarsi agli autisti tanto che anche i posti laterali verranno interdetti ai viaggiatori, così come il lettore dove passare l’Oyster o la carta di credito per convalidare il proprio viaggio che, come è ben noto, si trova proprio laterale ai drivers.

Una misura di prevenzione che oltre a garantire maggiore sicurezza agli stessi autisti, di fatto offrirà viaggi gratuiti a tutti coloro che si sposteranno per Londra utilizzando gli autobus.

La decisione è stata avallata anche dal sindaco Sadiq Khan il quale ha comunque sottolineato che l’intero sistema di trasporto pubblico rimane aperto solo per i key workers, ossia coloro che hanno effettiva necessità di uscire da casa per motivi di lavoro. A tutti gli altri è ancora imposto l’auto-isolamento che andrà avanti almeno fino al 7 maggio, come anticipato ieri durante la quotidiana conferenza del governo britannico.


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.