Coronavirus: 22mila contagi in UK, più di un quarto solo a Londra

Southwark e Lambeth i quartieri con il maggior numero di casi

Coronavirus: 22mila contagi in UK, più di un quarto solo a Londra

 

Un quarto dei contagi da coronavirus registrati in tutto il Regno Unito si trova a Londra. La conferma giunge dal giornaliero rapporto (nella foto in alto) che viene stilato dal Public Health England insieme al Department for Health and Social Care: fino a oggi sono 22.141 i casi in tutto l’UK di cui 6.521 solo nella capitale inglese. I decessi totali sono 1.408 di cui 407 a Londra

Dopo Birmingham con 578 contagi, Hampshire con 498 e Sheffield con 428 è il quartiere londinese di Southwark a registare il maggior numero con 368 seguito da quello di Lambeth con 366.

In totale sono state 134.946 le persone sottoposte al test del tampone. La curva dei contagi è in crescita esponenziale se si pensa che lo scorso lunedì 9 marzo, appena tre settimane fa, erano 321 in tutto il paese con 6 decessi.

In vista di un eventuale picco qualora le attività di contenimento messe in atto non dovessero reggere, il polo fieristico Excel è già stato predisposto con 500 box per ospitare altrettanti letti e strumenti medici in supporto degli ospedali londinesi.

Insomma, la capitale inglese si prepara al peggio considerando anche che secondo gli ultimi dati dell’NHS emerge che un quarto dei dottori non è attualmente operativo per malattia o in autoisolamento. A rivelarlo Andrew Goddard del Royal College of Physicians. “Il  25% della forza lavoro medica è fuori servizio – ha affermato – perché hanno problemi di salute oppure hanno dovuto seguire la prassi del self isolation dopo aver interagito con membri della famiglia o coinquilini che a loro volta hanno presentato sintomi influenzali. Questo sta avendo un grande impatto nei reparti di primo soccorso e al momento Londra si trova in una posizione molto peggiore rispetto a qualsiasi altra città del paese“.


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.