“Comprate sistemi antincendio” l’imbarazzante pubblicità di Google

La promo della "Fire Factor" compare al primo posto digitando Grenfell Tower nel popolare motore di ricerca.

“Comprate sistemi antincendio” l’imbarazzante pubblicità di Google

Gli algoritmi non hanno cuore e non provano sentimenti come il pudore o il buon senso. Quello che avrebbe suggerito di evitare di mostrare come primo risultato, digitando “Grenfell Tower”, la pubblicità di un azienda di sistemi antincendio.

È successo su Google UK, a cui molti si rivolgono in queste ore per capire meglio cosa sta succedendo. Dov’è la Grenfell Tower? Quando è stata costruita? Quali sono le ultime notizie? Le informazioni sul popolare motore di ricerca si trovano ma solo dopo avere visto la pubblicità della “Fire Factor”, azienda che offre una serie di prodotti e servizi per evitare il rischio di incendio, proprio quello che ha bruciato completamente la torre e causato, finora, dodici vittime. In vendita sul loro sito estintori, luci di emergenza, allarmi, e i relativi servizi di manutenzione. Feel safe, secure and confident, lo slogan dell’azienda, e immaginiamo quanto può suonare indecente per coloro i quali hanno scoperto ieri notte di non essere al sicuro dentro casa propria.

Un infortunio, quello di Google, che è stato successivamente corretto ma che lascia l’amaro in bocca.  Davanti a una tale tragedia quando ancora non è terminato il conteggio dei morti, nessuno dovrebbe pensare ad inseguire il profitto. Anche Facebook è stata criticata questa mattina per aver bombardato i residenti di un’ampia zona con la richiesta di dichiararsi al sicuro. “Mark yourself safe”: una richiesta inutile per chi non abitava nella torre, accolta con irritazione e fastidio.

Episodi che fanno riflettere sul ruolo ubiquo, intrusivo e poco trasparente dei giganti di internet, parte integrante della nostra vita a un costo che non conosciamo ancora appieno.

 

Leggi qui la versione inglese di questo articolo