Emergenza coltelli, ferimenti record: 100 milioni extra alla polizia

Reati al massimo storico, e un quinto è commesso da giovanissimi sotto i 17 anni

Emergenza coltelli, ferimenti record: 100 milioni extra alla polizia

 

I crimini da coltello continuano a tenere banco in UK.  Se ne parla da settimane, e adesso la politica interviene aumentando il budget: il Cancelliere dello Scacchiere Philip Hammond ha da poco annunciato lo stanziamento di 100 milioni di sterline extra per la polizia di Inghilterra e Gallles.

La mossa arriva in contemporanea all’annuncio che i ferimenti non sono mai stati così alti dal 2009: allora erano stati 25.103, ma nel 2018, dopo un crollo durato diversi anni,  sono aumentati fino a quota 21.482. Non solo. Le morti a seguito di attacchi all’arma bianca nei 12 mesi da marzo 2017 a marzo 2018 hanno raggiunto quota 285, mai così numerose da quando si è cominciato a contarle, 70 anni fa.

L’austerity aveva ridotto il budget delle forze di polizia di Inghilterra e Galles del 19% in termini reali dal 2010-11 (fonte: National Audit Office) mentre il personale era sceso di 20.000 agenti. Eppure i crimini da coltello erano diminuiti. Non è chiaro cosa abbia determinato la ripresa.

“Le sentenze per chi gira armato di coltello stanno diventando più dure  – ha affermato il ministro della giustizia Rory Stewart – e oggi è più probabile che questi soggetti siano spediti dritti in prigione dal giudice, più in fretta e più a lungo”. La durata media della pena comminata è passata dai 5,3 mesi del 2008 agli 8,1 del 2018, con le ordinanze di arresto immediato passate dal 21 % del 2008 al 37% del 2018.

Un approccio, quello della tolleranza zero, che non convince i liberaldemocratici. “Sia il segretario alla Giustizia che il ministro alle Prigioni hanno ammesso che il carcere breve non funziona, e anzi aumenta il rischio di recidiva – ha dichiarato il portavoce libdem alla Giustizia Wera Hobhouse –  Queste sentenze senza scopo non costituiscono in alcun modo un deterrente per i giovani”.

Prevenzione contro repressione, dunque: approcci differenti, per quella che ormai è un’emergenza. Il “successo” del coltello tra i giovanissimi è preoccupante: secondo i dati riportati dal Guardian, il  21% dei casi (pari a 4.430 episodi) ha coinvolto ragazzini tra i 10 e i 17 anni.

@apiemontese


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.