Gli affari a Londra saranno illuminati sempre più da fonti rinnovabili

Entro la fine dell'anno l'elettricità dei palazzi della City verrà esclusivamente prodotta da fonti 100% green come il solare e l'eolico

Gli affari a Londra saranno illuminati sempre più da fonti rinnovabili

 

Entro la fine dell’anno il quartiere finanziario nel cuore di Londra, la celebre City, sarà in gran parte alimentato da energia proveniente da fonti rinnovabili. Un progetto ambizioso messo in piedi da City of London Corporation, società proprietaria di numerosi stabili dove attualmente operano società finanziarie ed istituti di credito provenienti da ogni parte del mondo, oltre che proprietaria di alloggi sociali, scuole, mercati e molte altre costruzioni sparse per la capitale inglese, compresi anche 44,5 chilometri quadrati di spazi verdi.

Dal punto di vista pratico, quasi tutte le proprietà in questione saranno dotate di pannelli solari mentre in specifici parchi verranno realizzati impianti ad energia solare ed eolica, ma nel frattempo sono stati già stipulati nuovi accordi con i fornitori, affinché l’energia acquistata provenga esclusivamente da fonti 100% rinnovabili.

L’approvvigionamento di energia rinnovabile ci renderà più puliti e più ecologici, riducendo la dipendenza dalla rete e gestendo alcuni dei nostri edifici con l’elettricità a zero emissioni di carbonio – ha spiegato Catherine McGuinness, presidente del comitato per le politiche e le risorse della City of London Corporation -. Generando la nostra elettricità e investendo in energie rinnovabili, stiamo dando anche il nostro contributo a far raggiungere a Londra gli obiettivi energetici internazionali e nazionali”.

City of London non è nuova a progetti di questo genere, dato che già produce elettricità rinnovabile in alcuni palazzi di proprietà, anche per testare specifici impianti, tra cui il Parliament Hill Lido ad Hampstead Heath e The Warren nella zona di Epping Forest.

Il progetto in questione si inserisce in un piano di sviluppo delle energie rinnovabili molto più ampio portato avanti dal Comune di Londra che prevede un investimenti complessi di 34 milioni sterline, con l’obiettivo di rendere la capitale una città a emissioni zero entro il 2050 con l’utilizzo di almeno il 50 per cento di energie rinnovabili sulla domanda elettrica complessiva.

In dieci anni Sadiq Khan si è prefissato l’obiettivo di portare la capacità di “solare” a Londra di 20 volte superiore all’attuale, raggiungendo 1 gigawatt entro il 2030 e i 2 gigawatt entro il 2050.


Articolo realizzato con il supporto di Green Network Energy – la prima azienda italiana di energia nel Regno Unito