Bullismo, stress tra i banchi e in famiglia. Arrivano le ore di meditazione nelle scuole britanniche

I dati hanno evidenziato che in Gran Bretagna un bambino su otto, fra i 5 e i 19 anni, soffre di un disturbo psicologico

Bullismo, stress tra i banchi e in famiglia. Arrivano le ore di meditazione nelle scuole britanniche

 

Nelle scuole britanniche da qualche mese è stata inserita una nuova disciplina accanto a quelle più classiche: la meditazione. Sono 370 le scuole che hanno aderito all’iniziativa promossa dal Governo per insegnare a bambini e ragazzi a gestire lo stress.

Il progetto viene gestito da un’equipe di esperti che, di concerto con il corpo docente, supporterà i ragazzi per tutto il percorso scolastico fino al 2020.

Gli studenti impareranno a praticare vari esercizi di rilassamento con l’obiettivo di insegnare ai più giovani a gestire le proprie emozioni e a reagire positivamente alle situazioni di stress.

L’iniziativa è resa possibile dalla collaborazione con l’Anna Freud Centre che ha coinvolto uno staff di psicologi che monitora le reazioni degli studenti spesso in difficoltà di fronte a situazioni di particolare tensione. Ne sono un esempio i casi di bullismo, cyberbullismo e situazioni familiari o scolastiche che troppo spesso mettono i ragazzi sotto pressione.

Gli alunni vengono introdotti gradualmente alle pratiche di meditazione già dalla scuola primaria.

L’idea è stata promossa a seguito dei risultati di un sondaggio proposto dal Servizio Sanitario Nazionale. I dati hanno evidenziato come in Gran Bretagna un bambino su otto, fra i 5 e i 19 anni, soffra di un disturbo psicologico.

Tra i disturbi più diffusi, in particolare tra le femminucce, sono emersi ansia e depressione. Lo scopo della classi di meditazione è quello di contrastare, in modo significativo, queste problematiche e diffondere il controllo delle proprie emozioni nelle situazioni anche più estreme.

Juli Piscedda www.julipiscedda.net


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.