Brexit, Michel Barnier accelera: “Accordo entro novembre”

Le novità anticipate dal capo negoziatore dell'UE. Nei prossimi giorni un nuovo summit con tutti i capi di Stato e di Governo

Brexit, Michel Barnier accelera: “Accordo entro novembre”

 

Il Regno Unito e l’Unione Europea potrebbero raggiungere un accordo entro la fine del mese di novembre, in vista dell’uscita ufficiale prevista per marzo del prossimo anno.

Ad annunciare le novità sulle trattative, che sembravano essere in una fase di stallo dirette verso il no-deal, è stato il capo negoziatore per conto dell’EU Michel Barnier che ha espressamente dichiarato in occasione di una conferenza pubblica: “L’accordo sulla Brexit non è lontano“.

Secondo Barnier, che ha risposto alle domande durante l’appuntamento a Bled in Slovenia, “l’80% delle questioni relative al contratto di uscita è stato concordato, anche se resta aperto uno dei temi più spinosi: quello dei confini tra l’Unione Europea e il Regno Unito, attraverso il punto di incontro tra Irlanda e Irlanda del nord“.

Ulteriori conferme di quanto anticipato da Barnier potrebbero arrivare già nei prossimi giorni in occasione del vertice straordinario che l’Unione Europea ha organizzato per il 20 settembre a Salisburgo per fare il punto sulla Brexit tra i capi di Stato e di Governo degli altri 27 paesi membri.

I tempi ormai sono sempre più stretti, dato che entro novembre l’accordo deve trovare una sua forma definitiva, quando cioè ci sarà il summit straordinario sulla Brexit durante il quale dovranno essere discussi ed eventualmente approvati i termini dell’intesa.

Accordo che poi dovrà allo stesso tempo essere discusso e approvato anche dal Parlamento britannico e, in questo caso, già si preveve uno scontro a voce alta tra le due fazioni, euroscettici ed europeisti, soprattutto all’intero del partito di maggioranza, i Tories, che da anni ormai giocano a favore, o remano contro, alle scelte intraprese dal primo ministro e compagna di partito Theresa May.