Brexit, caos a Westminster per il voto rimandato e la Sterlina cala a picco

Il Primo ministro conferma lo slittamento a data da destinarsi. Ne "approfittano" Dollaro ed Euro

Brexit, caos a Westminster per il voto rimandato e la Sterlina cala a picco

 

Theresa May conferma lo slittamento del voto del Parlamento britannico sull’accordo proposto all’Unione Europa, che si sarebbe dovuto tenere nella giornata di domani.

La May ha giustificato la decisione con l’intenzione di tornare a Bruxelles per ottenere ulteriori e più forti garanzie sulla gestione dei confini tra Irlanda del Nord e Irlanda, quella che tecnicamente viene definita col termine sportivo backstop.

Quasi sicuramente il voto di domani non avrebbe dato al Primo ministro quella maggioranza necessaria per la ratifica dell’accordo raggiungo con l’UE.

Ma tra polemiche e dibattiti, il mercato britannico sta subendo un duro colpo dal clima di forte instabilità che si sta vivendo a Westminster in queste ore. In particolare, la Sterlina rispetto al Dollaro ha perso terreno tornando ai livelli di un anno e mezzo fa, perdendo solo nel corso del pomeriggio di oggi lo 0,5% assestandosi a quota $1,2660.

La moneta di sua Maestà ha perso terreno anche rispetto all’Euro, -0,7% sempre nelle ultime ore, registrando valori di cambio a quota 1,1096 euro, come tre mesi fa.

Foto @Pixabay