Johnson: “Ecco i quattro step per un’uscita cauta dal lockdown. E irreversibile”

Il premier ha annunciato il piano per un allentamento delle restrizioni. Riapertura delle scuole l’8 marzo, ristorazione in ripresa da maggio

Johnson: “Ecco i quattro step per un’uscita cauta dal lockdown. E irreversibile”

 

Un passo “cauto, ma irreversibile” verso la normalità. Dopo mesi di attesa, Boris Johnson ha presentato poche ore fa in Camera dei Comuni il piano del governo per l’uscita del paese dal lockdown.

Un piano improntato alla cautela e prudenza, basato sui dati incoraggianti degli ultimi mesi, che vedono un calo netto dei casi di covid e decessi legati al virus e una campagna vaccinale a pieno ritmo.

Quattro le date-chiave annunciate dal premier per la riapertura, scandite tra i mesi di marzo e giugno e valide per la sola Inghilterra.

Priorità massima alle scuole, che potranno riaprire l’8 marzo. Dal 29 dello stesso mese, sarà di nuovo consentito incontrarsi all’aperto tra non conviventi, per un massimo di 6 persone. Si agli sport all’aperto e di gruppo come calcio e tennis e abolita la raccomandazione dello “stare a casa” a tutti i costi.

La fase due, a partire dal 12 aprile, vedrà la riapertura di tutti i negozi non essenziali, parrucchieri, estetiste e palestre, ma anche musei, zoo e cinema all’aperto. Via libera anche alla ripresa del servizio all’aperto per pub e ristoranti.

La terza tappa, il 17 maggio coinciderà con la ripresa totale del settore dell’hospitality, con un limite formato da massimo di sei persone a gruppo, e senza nessun coprifuoco.

Insieme a pub e ristoranti, a riaprire i battenti saranno anche cinema, teatri e stadi, che potranno riaccogliere spettatori e fan ma con una capacità limitata per location. Matrimoni e funerali potranno avere luogo con un massimo di 30 persone. Infine, sarà permesso di andare a trovare amici e parenti nelle proprie abitazioni (l’household mixing).

Infine, il 21 giugno è la data scelta dal governo Johnson per togliere le restanti restrizioni sociali, con una possibile riapertura delle discoteche ed eventi di massa.

Una riapertura definitiva, questo è l’ultimo lockdown” promette Johnson per il paese, che è in lockdown totale da metà del dicembre scorso, per scongiurare il pericolo legato alle numerose varianti del covid-19 in circolo e ridurre il sovraffollamento negli ospedali.

Ma ora, grazie ad una campagna di vaccinazioni di massa – per luglio il governo prevede che tutta la popolazione adulta avrà ricevuto almeno una prima iniezione – l’economia può ripartire gradualmente.

Per una completa normalità bisognerà aspettare ancora un po’. Regole come l’uso delle mascherine al coperto, il lavoro da casa e il mantenimento della distanza sociale resteranno comunque in vigore per mesi, almeno fino a questa estate.

@AgostiniMea


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.