@AstroSamantha torna sulla Terra

@AstroSamantha torna sulla Terra

Dopo una permanenza di 200 giorni nella International Space Station, record assoluto per un’astronauta donna, Samantha Cristoforetti rientra oggi sulla Terra.

Al di là dei record (è stata anche la prima astronauta donna italiana a salire sull’ISS) e dei suoi meriti scientifici, Cristoforetti ha avuto uno straordinario merito: quello di rendere l’avventura spaziale popolare come non succedeva da tempo, grazie a un uso originale ed efficace dei social network.

Dal suo account Twitter @AstroSamantha, Cristoforetti ha inviato via internet migliaia di messaggi, fotografie, video, attraendo un seguito di oltre mezzo milione di followers.

Con intelligenza, ironia e passione, l’astronauta italiana ci ha ricordato, giornalmente, quanto sia meraviglioso e fragile il pianeta sul quale viviamo. Le sue fotografie hanno mostrato città, laghi, deserti, arcipelaghi, tifoni, albe, tramonti. Una sequenza di scatti che andrebbero incorniciati e che testimoniano l’incredibile ricchezza del pianeta Terra. Ultima immagine inviata: quella dello stivale.

@AstroSamantha ci ha anche raccontato, meglio di qualunque sceneggiatore di Hollywood, cos’è veramente la vita nello spazio.  Nei suoi video mostra la vita di tutti i giorni sulla Stazione Spaziale, a gravità zero: come lavarsi, come tagliarsi i capelli,  come cucinare un pranzo. Istruttivi e divertenti.

astroAnche i media britannici hanno subito il fascino social di Samantha. Il Daily Mirror le dedica un lungo articolo con i suoi “migliori momenti” (tra i quali non manca il selfie in uniforme Star Trek), mentre il Guardian e l‘Independent hanno apprezzato il video nel quale mostra come cucinare “chicken turmeric with champignon mushrooms, brown rice and peas“.

L’ultimo tweet, inviato poco prima di partire per il rientro: “So long… and thanks for all the fish! #Futura42” (“Addio e grazie per tutto il pesce! #Futura42”). Un riferimento alla mitica Guida Galattica per gli Autostoppisti di Douglas Adams, serie di libro di culto per ogni serio appassionato di fantascienza.

In queste ore, il rientro con una navicella Soyuz TMA-15M, inside agli altri due componenti della missione Futura42, il russo Anton Shkaplerov e lo statunitense Terry Virts.  L’arrivo è previsto alle 14.43 ora UK nella steppa del Kazakistan, dopo circa tre ore di volo.

La Nasa trasmetterà in diretta le immagini del rientro, visibili anche sul sito dell’ESA.

A noi non resta che augurarle buon viaggio. Lo abbiamo fatto, ovviamente via Twitter, poche ore fa: @AstroSamantha. Safe journey home!

Francesco Ragni