Arrivi dai paesi verdi e ambra (Italia compresa): niente più controlli sui covid test da parte delle autorità inglesi

La notizia diffusa dal Guardian e non confermata da Downing Street sembrerebbe riguardare gli arrivi già da lunedi scorso, giorno del freedom day

Arrivi dai paesi verdi e ambra (Italia compresa): niente più controlli sui covid test da parte delle autorità inglesi

 

Gli agenti di confine britannici hanno ricevuto ordine di non effettuare più controlli di routine sui viaggiatori in arrivo dai paesi inseriti nelle liste verde e ambra, tra cui anche l’Italia, per verificare se siano in possesso di un test negativo al Covid-19 effettuato prima della partenza.

Lo ha riferito il Guardian, sottolineando che la modifica è mirata a ridurre i tempi d’attesa ai controlli sull’immigrazione negli aeroporti. La notizia, che non è stata confermata dal governo, ha subito fatto aumentare la preoccupazione sull’ingresso in UK di nuovi casi, mentre i tassi d’infezione nel paese sono decisamente aumentati.

Gli elenchi verde e ambra contengono nazioni per cui non è prevista quarantena per chi risiede nel Regno Unito e si è già sottoposto al doppio vaccino, ad esclusione degli arrivi dalla Francia per i quali l’auto isolamente è ancora im vigore. (Qui il link al sito ufficiale del governo con il regolamente completo)

Una scelta, quella di liberare il personale alla frontiera di questo ulteriore controllo, che è stata motivata dal fatto che saranno sempre le compagnie aeree a effettuare prima dell’imbarco il check su ogni singolo passeggero se dispone del test negativo e se ha compilato il relativo locator form.  Anche se, come anticipato, si tratta di una motivazione non ufficiale, dato che Downing Street non ha effettuato nessuna comunicazione ufficiale in merito.

In effetti, il doppio controllo alla partenza e all’arrivo non ha mai avuto un riscontro scientifico se effettivamente risulti valido o meno nel prevenire la diffusione del contagio. Certo è, che da lunedì scorso, quando è scattato il freedom day in tutta l’Inghilterra, ogni ulteriore alleggerimento di controlli e restrizioni viene considerato dalla popolazione come ulteriore motivo di forte preoccupazione, dato che i dati di contagi, ricoveri e vittime continuano ad aumentare.