A Londra torna il calcio col pubblico in presenza. Ma solo per test

Una delle due semifinale della FA Cup in programma al Wembley Stadium potrebbe ospitare fino a 10mila persone

A Londra torna il calcio col pubblico in presenza. Ma solo per test

 

Una delle due semifinali della FA Cup sarà utilizzata come test generale per monitorare il ritorno del pubblico negli eventi di massa in Inghilterra.

Le possibilità ricadono su Chelsea contro Manchester City che si disputerà sabato 17 aprile o su Leicester contro Southampton, in programma il giorno dopo. Entrambe si disputeranno al Wembley Stadium di Londra che vanta una capienza massima di 90mila persone.

L’annuncio è stato fatto dal segretario alla cultura del governo, Oliver Dowden, che ha anticipato l’allestimento di questo test per monitorare l’andamento di eventuali contagi in occasione di un evento di massa.

Non è stato specificato l’esatto numero di persone che potranno sedere sugli spalti, anche se indiscrezioni parlano di un range compreso tra i 4.000 e i 10.000 fans, con la folla composta da residenti della zona, oltre al personale di assistenza che controllerà il flusso delle persone prima, durante, e dopo l’incontro.

Il test che verrà condotto nel weekend di metà aprile durante una delle due semifinali di FA Cup consentirà agli esperti sanitari di monitorare le attività che verranno messe in campo per salvaguardare la salute pubblica su larga scala.

Azioni che poi dovranno diventare standard per quando è previsto l’alleggerimento delle attuali misure restrittive che prevedono dal 17 maggio l’apertura di ristoranti, pub e caffetterie al pubblico anche al chiuso, e l’apertura di cinema e teatri.

In particolar modo, proprio per le location che sono solite ospitare eventi di massa, l’alleggerimento delle restrizioni da metà maggio prevede comunque che non si superi il 25% della capienza standard o fino a un massimo di 10mila persone come nel caso degli stadi. A tal proposito, salvo ripensamenti dell’ultimo minuto, è già stato confermato che la finale della FA Cup del 15 maggio, sempre al Wembley Stadium, verrà disputata a porte chiuse.

Questo in vista dello sblocco totale delle restrizioni previsto per il 21 giugno quando il paese uscirà definitivamente dal lungo periodo di lockdown per non rientrarci più, secondo quanto pronosticato dal governo.

Il test di Wembley diventa quindi vitale per monitorare la capacità di ospitare migliaia di persone in contemporanea nello stesso luogo senza il rischio che l’evento sportivo in questione si trasformi in un nuovo focolaio.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.