“1 persona su 50 ha il coronavirus nel Regno Unito”

La conferma dal consulente scientifico del governo Chris Whitty. Intanto si prepara la vaccinazione di massa allestendo stadi e centri sportivi

“1 persona su 50 ha il coronavirus nel Regno Unito”

 

Il Regno Unito si prepara a una vaccinazione di massa contro il coronavirus allestendo stadi e centri sportivi delle appostive strutture vaccinali per inoculare gli antitodi in tempi brevi e a più persone possibili in contemporanea.

Lo ha annunciato il premier Boris Johnson nella pomeridiana press conference durante la quale ha anche detto che la situazione pandemica in UK ha di nuovo raggiunto numeri record: nelle ultime 24 ore 60mila contagiati e 830 vittime (il doppio di morti rispetto al giorno prima). Per il consulente scientifico del governo Chris Whitty 1 persona su 50 ha il coronavirus nel paese.

Secondo le ultime analisi, la nuova variante partita nel sud est dell’Inghilterra, in particolar modo nell’area del Kent, si è diffusa in quasi tutte le aree del paese.

Tornando sulla questione vaccini, il governo ha confermato che ad oggi sono state somministrare 1 milione e 300mila dosi, di cui 1 milione e 100mila solo in Inghilterra.

Si tratta di un numero che combina le prime forniture del vaccino Pfizer/Biontech e dell’AstraZeneca/Oxford.

Ma dalla settimana prossima si prevede una nuova massiccia fornitura, tanto che i siti attualmente operativi nella somministrazione dei vaccini sono più di mille su tutto il territorio nazionale, ma nei giorni che verranno si effettuerà una nuova accelerata, trasformando stadi e centri sportivi in centri vaccinali di massa.

@AleAllocca