Subway lancia il pizza-panino. E chiede scusa all’Italia

La celebre catena di fast food ha invaso Londra di manifesti e spot video tirando in ballo anche Napoli e Raffaello

Subway lancia il pizza-panino. E chiede scusa all’Italia

 

Se fossimo in un qualunque tribunale, l’ammissione di colpa avrebbe portato a una riduzione della pena. Invece, in questo caso, ammettere le proprio colpe magari non darà la possibilità al condannato di rifarsi dell’errore commesso, ma sicuro lo renderà protagonista di sorrisi e commenti divertiti.

Parliamo di Subway e della sua nuova campagna marketing per lanciare una serie di pizza-panino alla quale in maniera molto candida e naturale ha voluto scrivere in evidenza sui cartelloni pubblicitari, post sui social e video un bel “Sorry Italy!”.

Una ammissione di colpa, per l’appunto, per aver utilizzato ma soprattutto stravolto uno dei piatti tipici della tradizione italiana. Ma il lancio del prodotto è andato ben oltre la semplice ammissione dell’azzardo commesso.

Nei passaggi televisivi addirittura è stata tirata in ballo Napoli con nonne, nipoti e zii che al solo sentir parlare del nuovo pizza-panino di Subway invocano il Cielo, quasi si trattasse di un peccato mortale (che in realtà lo è!), mentre per la serie di pubblicità cartacee la catena di fast food ha preso in prestito anche “Il ritratto di Elisabetta Gonzaga” di Raffello, il Gesù nella “Quaresina di Santa Faustina”, e “La morte di Masaccio”, opere che hanno in comune sguardi di pura disperazione e sofferenza.


 

 


Ancora presto per sapere i risultati in termini di vendita di questa corposa campagna marketing che ha invaso Londra nel corso degli ultimi due giorni, ma di certo ha già fatto parlare molto di sé soprattutto tra i componenti della comunità italiana che proprio sui social hanno raccontato dell’avventatezza di Subway, non risparmiandosi comunque in commenti divertiti sul fatto che la catena di fast food ha ammesso fin da subito la sua colpa per il sacrilegio commesso.

Che poi, ad essere precisi, è più una questione di marketing che di prodotto, dato che i piazza-panino, che tecnicamente vengono chiamati pizza-subs, non hanno nulla che possa accomunarli a una pizza, se non per l’utilizzo di alcune salse che richiamano alcuni classici condimenti e per altro neppure della tradizione italiana, quanto di quella più americana diventata col passar del tempo (e delle brutte abitudini) normale per il resto del mondo.

Quindi al prezzo di partenza di £2.99 si possono scegliere le combinazioni Spicy Pepperoni, BBQ Chicken e Veggie Supreme, tutte e tre con una base di Marinara sauce preparata con erbe, pomodori, mozzarella e cheddar.

Insomma, un vero obbrobrio culinario per ogni napoletano che si rispetti, al quale neppure San Gennaro riuscirebbe a concedere la grazia.


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.