Roy Paci e Mario Venuti: a Londra scatta il Sicily Fest

I due artisti tra gli ospiti d'eccezione del festival che si apre oggi, e fino a domenica, al Business Centre di Angel

Roy Paci e Mario Venuti: a Londra scatta il Sicily Fest

 

Tanto cibo, cultura, degustazioni e novità enogastronomiche. Ma il Sicily Fest che si apre quest’oggi, giovedi 7 aprile, per andare avanti fino a domenica 10, sarà all’insegna anche della musica di qualità con alcuni degli autori della scena sicula tra i più celebri in Italia.

Il festival, ricordiamo, è organizzato da PopMarket Sicily e P&A events e si tiene presso il Business Design Centre a pochi passi dalla fermata di Angel e prevede la presenza nei 2mila metri quadri dell’area di 40 stand, 7 cantine, 2 bar, tutti protagonisti di un fitto calendario di appuntamenti tra cui 4 showcooking e ben 7 wine experience insieme agli chef Pietro D’Agostino, Bianca Celano, Enzo Oliveri e Carmelo Carnevale.

Ma, come anticipato, le sette note avranno una loro particolare attenzione già da stasera con il Napoli Segreta dj set, mentre domani la scena sarà di Roy Paci che proporrà un live con sonorità moderne e dancehall, per un’esperienza solare carica di tutta la sicilianità di cui Roy è portatore.

La scaletta propone quel percorso artistico che ha fatto ballare ed emozionare aficionados di tutto il mondo, portando energia e beleza. Insieme a Roy Paci, voce e tromba, ci saranno il suo chitarrista Dima e l’mc Raphael. Al termine del live set, Roy indosserà le vesti di dj, per un set di grande potenza.

La profonda e attenta conoscenza musicale sommata alla grande esperienza di tour per il mondo, fanno di Roy un protagonista della musica internazionale con il ritmo in levare nel sangue. Groove travolgente per una stupefacente performance in consolle, un vero viaggio per lasciarsi trasportare dall’energia della musica.

Sabato sera invece il palcoscenico sarà per i “Rocketta London Fest and Apocalypse Wow” per passare poi domenica a un altro atteso special guest, Mario Venuti.

Sarà un’occasione per andare oltre il concerto e per conoscere da vicino il cantautore siciliano, per il quale “il pop è un termine nobile, che unisce Domenico Modugno e Luigi Tenco, Elvis Costello e i Talking Heads, i Beatles e Lucio Battisti”.

Certi artisti hanno bisogno del palco per riflettere, della chitarra per pensare, del confronto col pubblico per scrivere, e così Mario, per far suonare e raccontare il suo mondo sale sul palco del Sicily Fest per disegnare tre decenni di carriera, tre decenni di musica italiana, cantando i suoi pezzi storici e i nuovi successi nell’arrangiamento più puro, quello in cui sono nati, accompagnando la sua voce solo con una chitarra e il pianoforte.

Il biglietto di ingresso per ogni singola serata è di £2.50 e può essere acquistato sia direttamente alla porta o in prevendita a questo indirizzo.