Londra a due ruote: crescono gli spostamenti in bicicletta e le piste dedicate

In arrivo altre tratte per collegare in maniera "verde" Barking Dagenham, Camden, Hackney, Haringey, Islington, Redbridge e Tower Hamlets

Londra a due ruote: crescono gli spostamenti in bicicletta e le piste dedicate

 

Sono sempre di più i cittadini che si spostano per Londra usando la bicicletta invece dell’automobile. A confermarlo sono i dati diffusi tra Transport for London, che ha constatato come lo scorso anno i viaggi su due ruote in città siano aumentati del 5 per cento, con una media giornaliera di 2500 miglia percorse.  Segno, secondo Tfl, che la politica di investimenti sulle piste ciclabili sta pagando.

Il dato dello scorso anno, infatti è quasi triplo rispetto alla media del passato, che si attestava su un aumento annuo dell’1,8 per cento a livello nazionale. Nel Paese, infatti, la crescita è abbastanza statica, mentre le grandi città dimostrano un interesse maggiore per questa formula di spostamento. Oltre a Londra, i ciclisti sono in crescita anche in località come Manchester, Leicester o Cambridge.

Secondo la statistica elaborata, poi, solo il 27 per cento dei ciclisti londinesi sono donne, mentre la maggioranza è rappresentata da uomini bianchi, di mezza età, che guadagnano bene, amano la bicicletta come mezzo di trasporto e di diporto e la utilizzano volentieri anche perché hanno a cuore l’ambiente.

Tfl ha cominciato a  monitorare l’utilizzo della bicicletta in città nel 2015, mentre delineava le strategie per rendere Londra una città più vivibile. Secondo Will Norman, che segue i progetti ciclabili e pedonabili per Londra, è evidente che questo aumento testimonia come i cittadini siano inclini a usare le due ruote, se possono contare su percorsi attrezzati e sicuri.

Proprio per tale ragione nel piano del comune di Londra, peraltro, rientrano altre quattro piste ciclabili in collegamento con i quartieri di Barking e Dagenham, Camden, Hackney, Haringey, Islington, Redbridge e Tower Hamlets.

Una si svilupperà tra Camden e Tottenham Hale, lungo 12 chilometri e connetterà il centro di Tottenham Hale, Seven Sisters e the Nag’s Head, rendendo più semplice per i residenti spostarsi e accedere ai servizi locali.

La seconda sarà tra Lea Bridge e Dalston, tre chilometri per allungare fino a Dalston il circuito che già esiste tra City e Tottenham. È prevista anche una pista ciclabile tra Hackney e Isle of Dogs, un itinerario di sette miglia e mezzo, che si svilupperà via Westferry, Mile End e Victoria Park. E permetterà anche di collegarsi alle ciclabili già esistenti tra Stratford e Aldgate e tra Barking e Tower Hill, oltre che a quella proposta tra Rotherhithe e Canary Wharf.

Infine, il sindaco Sadiq Khan ha messo nei suoi piani un percorso a due ruote tra Ilford e Barking Riverside. Sette chilometri che si svilupperanno lungo strade secondarie, tranquille e sicure e offrirà collegamenti con altre ciclabili che esistono o sono in via di sviluppo.

L’idea di base del primo cittadino è quella di raggiungere in città una percentuale di spostamenti senza automobile dell’80 per cento entro il 2041, aumentando le opportunità per muoversi a piedi, con i trasporti pubblici e appunto in bicicletta.

Una svolta che giova all’ambiente, all’aria pulita, alla salute dei cittadini, ma che va condivisa. Per questo saranno tenute assemblee pubbliche e consultazioni su tutti i progetti, che potrebbero subire variazioni e aggiustamenti sulla base dei consigli di chi per strada si sposta ogni giorno.


Articolo realizzato con il supporto di Green Network Energy – la prima azienda italiana di energia nel Regno Unito

https://pixnio.com/objects/electronics-devices/cable-tower-electricity-power-sky-steel-wire-industry-energy-metal-electric

Foto @WikiMedia


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.