Dalla Tube l’aria calda per scaldare acqua e case di Londra

A Islington il progetto pilota che preleva calore dal sottosuolo per alimentare mille case del quartiere

Dalla Tube l’aria calda per scaldare acqua e case di Londra

 

La situazione infernale con temperature che raggiungono anche i 35 gradi che si viene a creare durante l’estate nella Tube di Londra potrebbe ora tornare utile.

E’ stato messo in piedi un progetto pilota che sfrutta proprio le considerevoli temperature che si creano nel sottosuolo della capitale lungo il sistema della metropolitana, per scaldare le case dei quartieri sovrastanti.

Per il momento è stata utilizzata una stazione in disuso, come progetto pilota, lungo la Northern per installare il sistema con il quale prelevare il calore generato e immetterlo nella rete già esistente per alimentare con acqua e aria calda circa mille case nel quartiere di Islington.

Una pompa di calore catturerà il “calore residuo” da un pozzo di ventilazione lungo City Road, che attualmente pompa aria a una temperatura compresa tra 18 e i 28 gradi centrigradi.

Questo verrà quindi utilizzato per scaldare l’acqua calda e l’aria che verrannno immessi nel sistemato dedicato che collega tutte le proprietà inserite nel progetto pilota.

Secondo una indagine condotta dalla Greater London Authority, a Londra viene generato abbastanza calore all’interno della Tube col quale poter soddisfare il 38% della domanda di riscaldamento dell’intera città.

Il progetto prevede infatti che entro il 2050 si arrivi a soddisfare il 63% dell’intero fabbisogno prelevando il calore necessario da sistemi che normalmente invece lo sprecano, come per l’appunto la metropolitana.


Articolo realizzato con il supporto di Green Network Energy – la prima azienda italiana di energia nel Regno Unito

https://pixnio.com/objects/electronics-devices/cable-tower-electricity-power-sky-steel-wire-industry-energy-metal-electric

Foto @Pixabay


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.