L’inquinamento danneggia tutto il corpo. Le giuste idee per cercare di contenerlo

Sono stati riscontrati agenti tossici derivanti dagli scarichi delle auto e delle fabbriche persino nella placenta

L’inquinamento danneggia tutto il corpo. Le giuste idee per cercare di contenerlo

 

Ad essere danneggiati dall’aria inquinata non sono solo i polmoni, ma ogni organo del corpo, addirittura ogni cellula. A segnalarlo è una ricerca appena diffusa che sottolinea come dalla testa ai piedi l’essere umano soffra conseguenze negative per via dell’inquinamento atmosferico.

Secondo gli scienziati i primi effetti negativi dell’inquinamento si avvertono già a livello di fertilità, con una ridotta capacità di concepimento e un aumento degli aborti spontanei. Anche il feto risulta a rischio, come dimostrato dal fatto che sono state ritrovate tracce di agenti tossici derivanti dall’inquinamento atmosferico persino nella placenta.

Secondo alcune ricerche, poi, lo smog è collegato alla nascita di bimbi sottopeso. Quanto ai piccoli, il loro corpo in fase di sviluppa viene danneggiato in modo più pesante di quello degli adulti dal fatto di respirare aria non pulita. Gli organi danneggiati sono i polmoni, il cuore, il cervello, ma anche li reni e il fegato che accumula le tossine.

In base ad alcuni studi, poi, anche la sindrome del colon irritabile è più comune oggigiorno a causa dell’inquinamento, per non parlare delle conseguenze a livello di sviluppo di tumori in diversi organi. Infine, anche la pelle invecchia peggio, quando esposta all’aria inquinata.

L’ultima curiosità riguarda il fatto che è stato provato come l’aria inquinata abbia conseguenze negative anche sul fronte del sonno. Colpa delle particelle di inquinamento, che sono piccole, penetrano nei polmoni e da lì vengono portate in giro per il nostro corpo.

Le cellule del sistema immunitario le individuano, le classificano come batteri e iniziano ad attaccarle, con la conseguenza di generare stati infiammatori spesso non necessari, che possono determinare problemi. Quando respiriamo aria inquinata, dunque, nel nostro organismo si scatenano conseguenze a tanti livelli.

Sei suggerimenti per evitare il peggio – Di fronte a dati di questo genere, viene spontaneo chiedersi cosa si può fare per contrastare l’inquinamento. Gli esperti segnalano almeno cinque azioni quotidiane che ognuno potrebbe compiere per evitare il peggio.

  • Anzitutto ridurre l’uso dell’auto preferendo i mezzi pubblici, la bicicletta o gli spostamenti a piedi, con l’avvertenza di cercare di seguire, in questo caso, strade secondarie in modo da respirare meno smog.
  • Poi verificare che il riscaldamento di casa sia ecologico, pensando eventualmente a un cambio di gestore e evitando di usare carbone e legno all’interno delle abitazioni.
  • Impegnarsi per la riduzione dell’immondizia, perché in questo modo si possono ridurre le emissioni prodotte dagli impianti di incenerimento.
  • Per respirare il minor quantitativo possibile di sostanze inquinanti, inoltre, conviene non stare all’aria aperta per lunghi periodi in zone che sono note per il tasso di inquinamento.
  • Quanto ai bambini nel passeggino, bisogna ricordarsi di proteggerli con la copertura di plastica per la pioggia quando si attraversano incroci trafficati o di sosta ai semafori nell’ora di punta. Che andrebbe comunque evitata, partendo in anticipo rispetto al momento del picco, per evitare di sostare nella massima concentrazione dello smog.

Le richieste da rivolgere al Governo – Come cittadini, infine, si dovrebbe fare pressione sulle autorità pubbliche e sul mondo politico per ottenere tre grandi cambiamenti. Prima di tutto chiedere la creazione di più polmoni verdi nelle città per rimuovere l’inquinamento.

In secondo luogo favorire gli incentivi per le auto elettriche e i veicoli che hanno emissioni ridotte e infine investire sulle energie alternative in modo da ridurre le fonti di energia non rinnovabili.


Articolo realizzato con il supporto di Green Network Energy – la prima azienda italiana di energia nel Regno Unito

https://pixnio.com/objects/electronics-devices/cable-tower-electricity-power-sky-steel-wire-industry-energy-metal-electric

Foto @ Elizabeth Dalziel/Greenpeace


Brexit, attualità, cronaca, lavoro eventi.  Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.