Jarvis Cocker nella colonna sonora di Mia Madre

Jarvis Cocker nella colonna sonora di Mia Madre

Quella di Mia madre non è una semplice colonna sonora. Essendo un film molto personale e sentito, dai tratti parecchio autobiografici, assomiglia più che altro a una playlist esistenziale. È quasi come se Nanni Moretti con le canzoni scelte per il suo ultimo film ci facesse dare una sbirciatina all’interno del suo lettore musicale, o del suo smart phone, e ci permettesse di dare un ascolto ai pezzi che probabilmente sono più passati dalle parti delle sue orecchie negli ultimi tempi.

Per la colonna sonora di Mia Madre, Nanni Moretti ha deciso di non affidarsi a un compositore, come i fidi Nicola Piovani o Franco Piersanti, bensì puntare tutto solo su brani già editi, come all’interno della sua filmografia è successo solo una volta, con Aprile.

Uno dei pezzi forti della soundtrack di Mia madre è “Baby’s Coming Back to Me” di Jarvis Cocker, il cantante della band britpop Pulp, qui in versione solista. La canzone è utilizzata come accompagnamento per il trailer del film e torna poi anche all’interno del film in una scena con protagonista Margherita Buy.

A John Turturro è invece stata offerta una sequenza di danza sulle note di Charisma, pezzo di Cinzia Donti e Isabella Colliva, due artiste non troppo conosciute cui questa scena potrebbe regalare un’inaspettata popolarità. Menzione d’onore poi per la raffinata e bellissima “Famous Blue Raincoat” di Leonard Cohen.

miamadre

All’interno della soundtrack di Mia madre c’è spazio anche per musica dal sapore più classico e ambient, grazie alla presenza di Philip Glass e Arvo Part, già utilizzato da Nanni Moretti nel suo precedente Habemus Papam e qui ripescato con ben otto pezzi.

Poteva poi mancare una scena in cui i protagonisti cantano in auto? Certo che no. Ormai è uno dei marchi di fabbrica tipici del cinema morettiano e così, dopo la memorabile “Insieme a te non ci sto più” di Caterina Caselli intonata ne La stanza del figlio, ecco che questa volta è il turno di “Bevete più latte”, un brano composto da Nino Rota per Le tentazioni del dottor Antonio, l’episodio di Boccaccio ’70 firmato da Federico Fellini.

Cosa ascolta quindi Nanni Moretti nel suo tempo libero in questo periodo? Guardando e soprattutto sentendo Mia madre potreste farvene un’idea ben precisa.

Marco Goi