Sei pronto per la Brexit? La risposta la dà il sito “Transition” del governo britannico

Mancano 49 giorni alla conclusione del periodo di transizione e poi il Regno Unito uscirà definitivamente dall'Unione Europea

Sei pronto per la Brexit? La risposta la dà il sito “Transition” del governo britannico

 

Manca poco più di un mese alla conclusione del periodo di transizione, prevista per il 31 dicembre prossimo, che porterà all’attuazione totale della Brexit e quindi a un distacco completo del Regno Unito dall’Unione europea.

Per l’esattezza, oggi ci sono appena 49 giorni di tempo affinché Londra e Bruxelles si accordino sui futuri rapporti.

Mentre i rappresentanti delle rispettive parti sono ancora seduti al tavolo delle trattative, il governo britannico lancia una piattaforma con la quale capire se si è pronti per la Brexit. O, meglio, se si hanno tutte le informazioni necessarie se si vogliono continuare ad avere rapporti con il Regno Unito, o se si vive e lavora nel Regno Unito avere rapporti con gli altri 27 stati membri.

Non solo dal punto di vista del lavoro, sicuramente uno dei nodi chiave considerato il valore che l’UK ha dà sempre rappresentato come polo attrattivo per migliaia di giovani e imprese europeee, ma anche in altri ambiti come lo studio, la vacanza e le opportunità di aprire nuovi business. Ma anche informazioni rigurdanti i propri animali domestici e quali saranno le nuove regole che regolamenteranno gli spostamenti fuori dai confini nazionali.

Attraverso la piattaforma, molto semplicemente chiamata “Transition”, trattandosi effettivamente di una transizione, si possono rispondere alle domande pre impostate che conducono l’utente verso le risposte che più si adattano al proprio profilo e alle proprie esigenze.

Il sistema intende fornire tutte quelle serie di informazioni che non sono legate alle trattative in atto tra UK e EU, e che quindi saranno già valide e operative dal prossimo primo gennaio a prescindere da quali saranno gli accordi che verranno presi tra Londra e Bruxelles.

Tra queste ci sono quelle rigurdanti i visti per gli studenti (qui un nostro articolo in merito) e il sistema a punti per i lavoratori (qui il nostro articolo). A questo indirizzo internet è possibile invece consultare il sito del governo Transition.

Tornando sull’aspetto dei negoziati, oggi ci sarà una nuova tornata di incontri nella capitale inglese e la settimana prossima si sposteranno nella capitale belga. Lo ha riferito poche ora fa il portavoce della Commissione europea Daniel Ferrie, che ha confermato  come ormai i contatti siano su base quotidiana per fare in modo che il protocollo sull’Irlanda del Nord sia pienamente applicato entro la fine dell’anno, quando si concluderà il periodo di transizione.

Dato che proprio questo protocollo, incluso nell’accordo di recesso già precedentemente concordato tra il governo di Boris Johnson e l’UE,  “è fondamentale per proteggere la pace, la stabilità, la cooperazione e l’integrità del mercato unico“, come ha aggiunto Ferrie.

@AleAllocca


Emergenza Coronavirus, Brexit, attualità, cronaca, lavoro, eventi. Il meglio delle notizie di Londra Italia in una email settimanale da non perdere. Iscriviti ora, è gratis.